Gattuso: "Vittoria per 4-0 risultato bugiardo"



by   |  LETTURE 225

Gattuso: "Vittoria per 4-0 risultato bugiardo"

Rino Gattuso tiene i piedi per terra dopo la vittoria di Crotone. "Le partite sono tutte difficili, specialmente in Serie A. Complimenti alla squadra per come l'ha affrontata. Abbiamo sofferto, con tutte le squadre si può soffrire.

Penso che il risultato sia bugiardo, il Crotone ci ha messo in difficoltà. Siamo rimasti avvantaggiati quando sono rimasti in dieci"

Le parole di Gattuso

"Dobbiamo continuare così, ogni partita è una storia a sé, bisogna prepararla bene.

Non è facile giocare ogni quattro giorni, in questo momento è importante perdere meno giocatori possibili e fare meno danni possibili. Con la Real Sociedad ci giochiamo il primo obiettivo stagionale, non ci siamo riusciti quattro giorni fa, ci giochiamo qualcosa di importante contro un avversario difficile"

"Non voglio i giocatori che assomigliano a me: piacciono più tecnici ma ci vuole la squadra. Non possiamo sempre giocare di fioretto, ci vuole il coltello tra i denti. Quelli come me però non li metterei. Non ero capace per un calcio così ragionato come quello di oggi, avrei fatto tanta panchina in una squadra così.

E non sto rinnegando niente, sono orgoglioso della mia carriera: penso solo che il calcio sia cambiato negli ultimi anni. Bravi anche noi a imparare dagli altri" "Ibrahimovic? Non soffrivo la pressione: ero più martello io di lui, e anzi tante volte gli ho detto che doveva stare zitto.

Perché con qualcuno puoi alzare la voce in un certo modo, devi sapere con chi vai a parlare. Dicevo che doveva stare più calmo coi vari Abate e Antonini, non doveva distruggerli: a Ignazio ha fatto passare le pene dell'inferno.

Non è un caso che a 40 anni faccia ancora la differenza. In allenamento, se perde la partitella, può spaccare lo spogliatoio in due minuti" Rino Gattuso si era goduto il poker rifilato alla Roma: "Dobbiamo giocare con questa voglia, ma non perché abbiamo vinto 4-0.

Mi piace che chiudiamo le linee di passaggio e giochiamo col coltello tra i denti. Mi è piaciuto l’atteggiamento, a me piace quando qualcuno sbaglia e dai compagni prende grandi applausi e non grandi vaffa. Diciassette punti? No!

Ne ho fatti 18 sul campo, ne abbiamo 18!" "Sappiamo che non possiamo avere una squadra al 100% per tutte le partite che giochiamo ma dobbiamo stare là, rispettare l’avversario, soffrire. Se hai la mentalità puoi farlo.

Può capitarti di avere meno freschezza fisica ma la mentalità non deve mancare perché con quella puoi riuscirci ad arrivare lì dove non arrivi col fisico. Io voglio alzare l’asticella su questo e voglio farlo perché è una squadra che gioca un bel calcio a volte divertente"

"Non abbiamo niente da cambiare. Abbiamo 18 punti, con una gara da recuperare aspettando che la giustizia faccia il suo corso. Non so quali siano le aspettative degli addetti ai lavori o del club. Questa è una squadra che in dodici partite ha fatto nove vittorie, stiamo facendo quello che dobbiamo fare.

Se qualcuno pensa che non dobbiamo perdere mai non è un mio problema" "Si respira un’aria triste ma in questo momento, secondo me, deve avere anche buon senso. Troppa gente senza mascherina… Maradona è una leggenda e lo sanno tutti ma in questo momento bisogna fare i bravi altrimenti ci saranno delel conseguenze per tutti. Spero che da domani si inizino a fare le cose fatte bene", aveva concluso Gattuso.