Gattuso: "Rinnovo? Contratto non è priorità"



by   |  LETTURE 177

Gattuso: "Rinnovo? Contratto non è priorità"

Gennaro Gattuso è deluso dopo l'1-1 di Europa League contro l'AZ: "Non è stata una grandissima prestazione. Abbiamo commesso tanti errori e abbiamo sofferto troppo quando loro sono cresciuti. Abbiamo gestito male la partita.

Abbiamo avuto qualche occasione nel finale, è vero, ma nel complesso ci è andata bene, la sconfitta ci stava se analizziamo la gara nel suo complesso. Potevamo leggere meglio diverse situazioni. Spesso chi entra dalla panchina ci dà tanto, stasera non è stato così.

Ce la giocheremo tra una settimana con la Real Sociedad, va bene così"

Le parole di Gattuso

"Aspetti positivi? Sicuramente ci sono, abbiamo creato diverse occasioni nonostante un avversario di livello, ma io preferisco affrontare quelli negativi.

Dobbiamo gestire meglio certe situazioni, sia in fase di possesso sia di non possesso. Ora comunque pensiamo a Crotone. Abbiamo speso tanto e dovremo ritrovare le forze per una partita importante" "Osimhen? È inutile continuare a ricordare la sua assenza.

Come diceva un allenatore che per me è stato molto importante, Massimiliano Allegri, pazienza, l'importante è essere in undici e giocarsela. Speriamo che recuperi presto, ovviamente, però non serve ribadire in continuazione la sua assenza"

"Rinnovo? Vediamo, per me i contratti non sono la priorità. Chi di dovere sta guardando le questioni contrattuali, ma a me non interessa. Posso lavorare bene anche con pochi mesi di contratto, mi piace stare sul campo.

Mi piace fare il lavoro così, lo so che sono pesante, ci ho provato a cambiare, ma io sono così..." . "Pioli ci mette davanti a loro nella corsa scudetto ? Se lo dice lui va bene così. Io sono sicuro di avere una squadra forte, non so se possiamo giocarcela fino in fondo per lo scudetto.

Le somme si tireranno alla fine", ha concluso Gattuso. Rino Gattuso si era goduto il poker rifilato alla Roma: "Dobbiamo giocare con questa voglia, ma non perché abbiamo vinto 4-0. Mi piace che chiudiamo le linee di passaggio e giochiamo col coltello tra i denti.

Mi è piaciuto l’atteggiamento, a me piace quando qualcuno sbaglia e dai compagni prende grandi applausi e non grandi vaffa. Diciassette punti? No! Ne ho fatti 18 sul campo, ne abbiamo 18!" "Sappiamo che non possiamo avere una squadra al 100% per tutte le partite che giochiamo ma dobbiamo stare là, rispettare l’avversario, soffrire.

Se hai la mentalità puoi farlo. Può capitarti di avere meno freschezza fisica ma la mentalità non deve mancare perché con quella puoi riuscirci ad arrivare lì dove non arrivi col fisico. Io voglio alzare l’asticella su questo e voglio farlo perché è una squadra che gioca un bel calcio a volte divertente"

"Non abbiamo niente da cambiare. Abbiamo 18 punti, con una gara da recuperare aspettando che la giustizia faccia il suo corso. Non so quali siano le aspettative degli addetti ai lavori o del club. Questa è una squadra che in dodici partite ha fatto nove vittorie, stiamo facendo quello che dobbiamo fare.

Se qualcuno pensa che non dobbiamo perdere mai non è un mio problema" "Si respira un’aria triste ma in questo momento, secondo me, deve avere anche buon senso. Troppa gente senza mascherina… Maradona è una leggenda e lo sanno tutti ma in questo momento bisogna fare i bravi altrimenti ci saranno delel conseguenze per tutti. Spero che da domani si inizino a fare le cose fatte bene", aveva concluso Gattuso.