Inzaghi: "C'è rammarico, gran prestazione"



by   |  LETTURE 245

Inzaghi: "C'è rammarico, gran prestazione"

Simone Inzaghi non si accontenta dell'1-1 della Lazio a Dortmund. "C'è rammarico perché in cinque partite abbiamo fatto due vittorie e tre pareggi. Ci rimane la grande prestazione, contro una squadra fortissima.

Abbiamo giocato una partita di carattere. Avremmo meritato nel secondo tempo di più ma è stata una grande partita di personalità"

Le parole di Inzaghi

"I due pareggi a San Pietroburgo e Bruges in emergenza sono stati importanti.

Con nove punti già pensavamo di essere agli ottavi, manca questa qualificazione da 20 anni, siamo a un passo e ne siamo consapevoli. Ora lo Spezia in campionato e poi la sfida contro il Bruges, sarà una partita molto importante.

Stesso atteggiamento in campionato? Su questa Champions è quattro anni che ci lavoriamo, c'è stata qualche problematica legata al Covid, in campionato abbiamo visto che altre squadre hanno qualche problema.

Serve il salto di qualità. Ora serve lasciare perdere la Champions e giocare contro una neopromossa, e poi dopo due giorni il Bruges" Simone Inzaghi era arrabbiato dopo la disfatta con l'Udinese: "E' stata una brutta sconfitta.

Siamo stati presuntuosi e poco umili. Sapevamo che tipo di partita avrebbero fatto i friulani ma non siamo stati in grado di rispondere nel modo giusto. Siamo tutti responsabili, io per primo. Serviva qualcosa di più, per fortuna tra pochi giorni siamo di nuovo in campo e dobbiamo guardare avanti"

"L'Udinese ha fatto un'ottima partita ma noi non abbiamo vinto un contrasto, un duello. E' stata una giornata storta, siamo tutti delusi visto che venivamo da 4 vittorie e un pari ma il calcio è questo.

E' vero che abbiamo speso tanto in Champions ma anche l'Udinese aveva giocato in settimana e non può essere una scusante. Ora pensiamo all'Europa, abbiamo una gara difficilissima a Dortmund. Per fortuna la classifica è buona ma ci manca qualche punto per essere sicuri di passare il turno.

Milinkovic Savic? Pensavamo di metterlo in campo nei venti minuti finali ma poi la partita si è messa male" Simone Inzaghi aveva caricato la Lazio verso l'Udinese: "Abbiamo disputato le ultime due partite nel migliore dei modi, avevamo già chiuso bene prima della sosta.

Dobbiamo farci trovare pronti per i prossimi banchi di prova. Sono abituato ad essere considerato fuori dalle griglie dei favoriti ma abbiamo dovere e potenzialità per dire la nostra con le primissime" "Non ho ancora deciso se giocherà Strakosha o verrà confermato Reina.

Nella mia testa c'è comunque poco turnover, non esistono più i panchinari, a maggior ragione oggi che ci sono i 5 cambi. Muriqi e Lulic assenti, sarebbero stati importanti: Senad dovrebbe rientrare entro la fine dell'anno.

L'Udinese ha un'ottima difesa e un ottimo allenatore, dovremo focalizzarci bene sul match: alla Champions penseremo solo dopo" Simone Inzaghi aveva parlato anche prima della sfida con lo Zenit: "Sappiamo quanto sia importante domani: passare il girone è un nostro obiettivo.

Lo Zenit è forte, ha qualità e ha recuperato giocatori forti. Dovremo fare una gara di carattere, facendo le scelte giuste e recuperando energie dopo Crotone" "Per noi Luis Alberto è un giocatore importantissimo.

Sabato ha risposto sul campo, con una grande prova di sacrificio, oltre che tecnica. Ora ci aspettiamo delle conferme anche fuori dal campo. Non ho dubbi: ho parlato con il ragazzo e mi è sembrato molto sereno e motivato"

"Siamo abituati, nessuno ci considera favoriti.

In questi anni siamo cresciuti e abbiamo vinto trofei importanti. Ora abbiamo avuto delle difficoltà, con un calendario tosto e tante defezioni: adesso vorrei recuperare tutti i giocatori, perché se siamo al completo possiamo dire la nostra.

Domani avremo ancora qualche problematica a metà campo. Poi se non parlano di noi a me non dispiace"

"Strakosha è il nostro portiere, ma è stato fermo per tanto tempo. In Champions ci sarà quindi Reina in porta, poi per domenica si vedrà"

"Peruzzi? Si sa che in tutte le famiglie ci possono essere delle incomprensioni.

Sono convinto che si possano risolvere al più presto, come già successo in passato"

"Che cosa spero per Borussia-Bruges? Me la sono chiesto pure io da solo. Difficile dare una risposta perché io devo cercare di battere lo Zenit, poi quello che succede a Dortmund deve interessare relativamente.

Noi non dobbiamo sbagliare l'approccio, lo Zenit nel gruppo era la testa di serie numero uno", aveva concluso Simone Inzaghi.