Inzaghi: "Soddisfatto per il pari con la Juve"



by   |  LETTURE 188

Inzaghi: "Soddisfatto per il pari con la Juve"

Filippo Inzaghi gongola: "Il pari contro la Juve? Mi fa piacere per il Benevento. Una bella soddisfazione, mi fa piacere anche per la nostra classifica. Pensare che fino all'anno scorso battagliavamo sui campi di serie B e dopo qualche mese in A abbiamo affrontato la Juve e fatto un risultato positivo è una grande soddisfazione per i miei ragazzi e di questo ne sono felice"

Le parole di Inzaghi

"Noi dobbiamo arrivare il prima possibile alla salvezza, è un traguardo che per noi sarebbe come uno scudetto. Sarà difficile però penso che il Benevento deve farsi valere su ogni campo, giocare a testa alta, fare vedere che siamo squadra, lottare su ogni palla.

Sappiamo da dove veniamo, sarà difficile mantenere la categoria ma ci crediamo e ci proveremo con tutte le nostre forze. Quello che abbiamo fatto l'anno scorso in B è sotto gli occhi di tutti e dobbiamo riproporlo anche in A"

"Il campionato? E' aperto, incerto, tante squadre sono forti. La Juve, vedendola però dal vivo, però ha una forza straordinaria e con tutti i campioni che ha e quelli che le mancavano, penso sia sempre la squadra da battere.

Però la concorrenza si è alzata molto. Il Milan sta facendo cose straordinarie, il Napoli ha dimostrato ieri di essere una squadra fortissima, l'Inter ha una squadra forte. Sarà un campionato molto più equilibrato e ne beneficia lo spettacolo.

Se questo Milan può vincere lo scudetto? Sta dando continuità. E' stato fatto un ottimo lavoro, i giocatori sono bravi, hanno azzeccato gli acquisti, non mi sorprende. E poi sono contento anche per il mio grande amico Bonera che ha dimostrato di essere pronto, anche se sotto la regia di Pioli.

Sono contento si sia preso questa soddisfazione" Dopo il pareggio per 1-1 contro il Benevento, Andrea Pirlo aveva parlato in conferenza stampa. "Avevamo gestito bene la partita nel primo tempo a avremmo potuto chiuderla, ma non riusciamo ancora a capire i momenti della gara, abbiamo battuto un calcio d'angolo velocemente allo scadere, loro hanno recuperato palla e abbiamo subito gol.

Dobbiamo capire che i momenti delle partite non sono tutti uguali e nel secondo tempo c'è stato un po' di nervosismo e poca lucidità. Quando ci mancano giocatori di esperienza e personalità facciamo fatica.

Ronaldo aveva già avuto un problemino mercoledì e ha preferito recuperare. È un valore aggiunto e l'ha dimostrato, ma anche quando non c'è dobbiamo riuscire a fare la nostra partita. Stiamo lavorando sullo sviluppo el gioco cercando di giocare con due esterni, uno più offensivo e uno che parte da dietro, ma quando le partite si “sporcano”, dobbiamo risolverle giocando in maniera lineare.

Avremmo dovuto chiudere la gara, ma manchiamo un po' di personalità e su questo dovremo lavorare. Kulusevski? È un giocatore giovane, non può esserci in tutte le partite visto che gioca anche in Nazionale, va gestito anche perché le responsabilità sono diverse quando si gioca per la Juve", le parole di Pirlo, molto diverse da quelle di Inzaghi.