Gasperini: "Liverpool, è una opportunità"



by   |  LETTURE 212

Gasperini: "Liverpool, è una opportunità"

Gian Piero Gasperini ha parlato alla vigilia della partita di Liverpol: "Sarà una partita di grande difficoltà, incontriamo una squadra di grandissimo valore. Stanno facendo delle cose straordinarie. In questo momento è un grandissimo traguardo per noi essere riusciti a giocare la Champions, sarà comunque un'opportunità, ma vorremmo fare una buona prestazione.

Ci sono i presupposti"

Le parole di Gasperini

"È chiaro che rispetto alla partita di Bergamo dovremmo essere più bravi, non dobbiamo fare gli errori che hanno determinato un risultato così ampio e netto.

Conosciamo il loro valore, abbiamo la fiducia di poter regalare meno situazioni evidenti come nel match d'andata. Dovremo essere bravi sotto questo aspetto" "Io vedo la squadra nella sua globalità e non nel singolo reparto.

Quando la squadra riesce ad essere compatta fa bene entrambe le fasi. Dobbiamo evitare di concedere alcuni spazi dove loro sono bravi e tecnici, è chiaro che sotto quell'aspetto dovremo essere molto più bravi"

"Ci sono stati periodi in cui abbiamo sfruttato bene queste situazioni da palla inattiva, ma questa statistica cambia: a volte ci sono dei periodi in cui lo fai di meno, cercheremo di curare meglio le situazioni da palla inattiva perché pesano molto, dobbiamo indubbiamente migliorare sotto questo aspetto"

"La rosa è cambiata, tanti giocatori sono andati in altre squadre importanti. Il percorso che abbiamo fatto ci ha portato a giocare la Champions due anni di fila. Il livello della competizione è diverso dall'Europa League, ma tutto quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto sul campo.

Non smettiamo mai di imparare" "Per fortuna in questi anni le amarezze sono state pochissime, è stato un crescendo. Spero ci sia un momento ancor più alto. Non è mai semplice ripetersi, soprattutto per una società che non ha le grandi risorse come altre squadre che sono stabilmente in Champions.

Non dobbiamo sbagliare mai, anche perché significa retrocedere tanto nel ranking. Non è facile, ma è molto entusiasmante", ha concluso Gasperini.