Inzaghi: "Nessuno ci considera mai favoriti"



by   |  LETTURE 214

Inzaghi: "Nessuno ci considera mai favoriti"

Simone Inzaghi carica la Lazio per la sfida con lo Zenit: "Sappiamo quanto sia importante domani: passare il girone è un nostro obiettivo. Lo Zenit è forte, ha qualità e ha recuperato giocatori forti.

Dovremo fare una gara di carattere, facendo le scelte giuste e recuperando energie dopo Crotone"

Le parole di Simone Inzaghi

"Per noi Luis Alberto è un giocatore importantissimo. Sabato ha risposto sul campo, con una grande prova di sacrificio, oltre che tecnica.

Ora ci aspettiamo delle conferme anche fuori dal campo. Non ho dubbi: ho parlato con il ragazzo e mi è sembrato molto sereno e motivato"

"Siamo abituati, nessuno ci considera favoriti. In questi anni siamo cresciuti e abbiamo vinto trofei importanti.

Ora abbiamo avuto delle difficoltà, con un calendario tosto e tante defezioni: adesso vorrei recuperare tutti i giocatori, perché se siamo al completo possiamo dire la nostra. Domani avremo ancora qualche problematica a metà campo.

Poi se non parlano di noi a me non dispiace"

"Strakosha è il nostro portiere, ma è stato fermo per tanto tempo. In Champions ci sarà quindi Reina in porta, poi per domenica si vedrà"

"Peruzzi? Si sa che in tutte le famiglie ci possono essere delle incomprensioni.

Sono convinto che si possano risolvere al più presto, come già successo in passato"

"Che cosa spero per Borussia-Bruges? Me la sono chiesto pure io da solo. Difficile dare una risposta perché io devo cercare di battere lo Zenit, poi quello che succede a Dortmund deve interessare relativamente.

Noi non dobbiamo sbagliare l'approccio, lo Zenit nel gruppo era la testa di serie numero uno", ha concluso Simone Inzaghi. Simone Inzaghi si era goduto il successo contro il Crotone: "Abbiamo vinto una partita difficilissima, contro una squadra che ultimamente sta giocando delle ottime gare - ha detto il tecnico biancoceleste - Immobile? È stato bravissimo, è un leader.

Ha fatto un gol importantissimo e molto bello. Il paragone con Signori ci sta tutto, sta facendo grandissime prestazioni e grandissimi numeri" "Correa si è sacrificato molto dopo un lungo viaggio di rientro dalla nazionale ed è tornato al gol anche in campionato, anche Caicedo sta facendo grandi cose e Muriqi si sta inserendo bene"

"Acerbi sta avendo un rendimento eccezionale da tre anni a questa parte. È un titolare della Nazionale, che si cura nei minimi particolari e si sta meritando tutto, per la volontà e la dedizione che mette nella sua professione"

"Luis Alberto sa di aver sbagliato e se n'è scusato pubblicamente. Sarà multato come giusto che sia, ma io avevo l'obbligo di metterlo in campo nelle migliori condizioni. È un giocatore con un talento straordinario, non deve sprecarlo con delle stupidaggini fuori dal campo"

"Sono qui da 21 anni e sto benissimo. Col presidente, ma anche con Tare, Peruzzi e De Martino siamo sempre insieme e remiamo nella stessa direzione. Ci saranno delle trattative come è normale, ma tutti sanno quanto io stia bene alla Lazio", aveva concluso Inzaghi.