Mancini: "Scegliere i 23 è un bel problema"



by   |  LETTURE 209

Mancini: "Scegliere i 23 è un bel problema"

Roberto Mancini, da casa sua, si gode la qualificazione alla Final Four di Nations League.

Le parole di Mancini

"Sarà sicuramente un bellissimo appuntamento. Abbiamo tre belle competizioni nel giro di un anno e mezzo.

Possiamo fare bella figura. Ringrazio tutti i ragazzi, anche quelli rimasti a casa come me: sono stati tutti bravissimi. Ci sono tanti bravi giovani in Italia, hanno bisogno di fiducia. Quando dovremo scegliere i 23 per l'Europeo sarà bel problema.

Avercene, però, di questi problemi. Negli ultimi 4-5 mesi sono venuti fuori diversi giovani che si stanno confermando" Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha parlato del futuro della Nazionale. "Siamo legati a Mancini da due anni di contratto.

Certo che ho pensato ad allungare. Attendo notizie da lui" "Si gioca troppo? Il ritmo credo sia sempre lo stesso, ma in questo momento forse si è esasperati da questa pandemia. Posso dire che dopo questo weekend concederemo un momento di tregua ai nazionali, visto che non giocheremo fino a marzo.

Ma credo anche che se la Nazionale rappresenta un patrimonio di questo Paese, in grado di testimoniare speranza, non dovremmo spegnerla. Anzi, dobbiamo alimentarla facendo in modo magari di conciliare gli impegni anche attraverso alcune piccole modifiche di forma laddove possa essere necessaria" "Salvare il calcio? Sarà compito della Federazione lavorare di comune accordo coi presidenti delle varie componenti.

È giusto andare incontro ai più deboli e a chi soffre di più. Credo che raggiungeremo insieme un risultato. Esistono tanti settori economici in difficoltà nel nostro ci sono proprietà e società che stanno mettendo all'interno del mondo del calcio grandi sacrifici.

Solo alcuni club, una percentuale inferiore a quella che si puo' immaginare, hanno chiesto il rinvio del pagamento degli stipendi al 1° dicembre. Si prospettano momenti di difficoltà, ma anche di idee e progetti che possono offrire soluzioni a momenti duri", ha concluso Gravina, presidente di Mancini, almeno fino al 2022 anche se le offerte non mancano.