Luis Alberto: "Scusate, ci metto la faccia"



by   |  LETTURE 278

Luis Alberto: "Scusate, ci metto la faccia"

Luis Alberto fa retromarcia dopo l'attacco a Lotito nella giornata dedicata all’inaugurazione dell’aereo marchiato Lazio.

Le parole di Luis Alberto

"Ho sbagliato, non era il momento di dire quello che ho detto.

Chiedo scusa alla gente che si è sentita offesa, non era mia intenzione parlare di soldi in un momento così delicato. Finché resterò qui, darò il massimo. Ho sempre fatto così, giocando anche infortunato o stando male.

Posso fare bene o male, ma ho sempre dato tutto per questa squadra. Non posso dire di essere laziale come i nostri supporter perché io non tifo questa squadra da quando sono bambino. Ma ogni volta che sono scendo in campo ci metto il 100%.

Devo ringraziare la Lazio perché mi ha dato tutto. Lavoriamo per questa battaglia insieme, siamo come una famiglia. Forza Lazio! Speriamo di poter festeggiare altri titoli insieme" Simone Inzaghi intanto ha festeggiato l'1-1 in extremis con la Juventus.

"Al pareggio mi sono reso protagonista di un'esultanza più spinta del solito perché è un momento davvero difficile e i ragazzi si sono superati. La Lazio ha fatto una grande partita, abbiamo meritato il pareggio.

Abbiamo preso gol su un'uscita sbagliata poi abbiamo avuto varie occasioni e credo proprio che il risultato sia giusto" "Sappiamo la forza dei nostri avversari, la tanta qualità che hanno, ma nonostante i problemi che abbiamo siamo riusciti a fare una grande partita.

E' una grande soddisfazione per un allenatore vedere che quelli che entrano dalla panchina riescano a essere decisivi. E' successo anche in Champions. Bisogna considerare che non avevamo ben 4 titolari e giocavamo contro la Juve...

Adesso speriamo nella sosta ma nonostante le difficoltà abbiamo iniziato bene sia in campionato che in coppa" "Correa ha fatto grande partita, poteva essere più lucido in conclusione ma è intelligente e sa sempre mettersi nel modo giusto per essere pericoloso.

Caicedo è un grande giocatore, sempre disponibile. Nella sua prima stagione ha sbagliato un gol a Crotone decisivo per farci andare in Champions ma aveva comunque fatto bene e ho chiesto alla Società di tenerlo.

E' il giocatore ideale per completare il reparto e sa che è comunque un'alternativa a Immobile" "Penso che questa squadra abbia un grande cuore, la difficoltà è nel nostro DNA. C'è bisogno di tutti anche dei primavera, visto il momento.

Il mio pensiero va a chi non c'è e non può darci una mano. Giocatori che hanno lavorato 4 anni per la Champions e non ci possono essere. So quanto soffrono ma presto arriverà il loro turno. Non temo le conseguenze di questo momento difficile a livello di sanzioni.

Sono sereno: più che ottenere quello che ho ottenuto in condizioni impossibili non so cosa potrei fare", ha concluso Inzaghi, allenatore di Luis Alberto.