Del Pino: "Il calcio sta rischiando il disastro"



by   |  LETTURE 263

Del Pino: "Il calcio sta rischiando il disastro"

Il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino ha parlato al Corriere della Sera. "Stiamo attraversando gli anni più difficili della storia del campionato italiano dal dopoguerra. Il calcio sta rischiando il disastro economico-finanziario.

Ho scritto al premier Conte, Il calcio è un'industria primaria dell'entertainment, un prodotto che compete a livello globale"

Le parole di Del Pino

"Soluzioni? Ne indico tre: la prima sono i ristori per i danni sofferti dal calcio a causa delle misure restrittive imposte dal Governo.

La seconda la richiesta ai ministri interessati affinché si lavori insieme. La terza è l'attenzione al valore che il calcio possiede e che la politica non immagina neppure: in Italia per la dimensione sociale che ha, all'estero come veicolo di comunicazione"

"I playoff sono una possibilità concreta? Da un lato lavoriamo con la Figc per misure sul ritardo dei pagamenti o l'introduzione di un salary cap. Dall'altro, se non avremo respiro attraverso ristori e dall'entrata in scena dei fondi nella media company della Lega, il rischio che il sistema si fermi è molto alto", ha concluso.

Ivan Gazidis, ad del Milan, è intervenuto a SportLab. "Il Covid ha portato il calcio in una profonda crisi, solo lavorando tutti insieme possiamo superarla. Il calcio ora è diventato un modello di business quindi l'impatto sarebbe stato decisamente peggiore qualche anno fa.

Non sappiamo ancora come superare questa crisi. I tifosi vogliono tornare a vedere il calcio, ma serve la collaborazione di tutti per trovare delle soluzioni" "Il fair play finanziario non è perfetto, ma senza questo strumento l'impatto del Covid sul calcio sarebbe stato ancora più vasto, per superare il momento dobbiamo lavorare tutti insieme con mente aperta, cercando soluzioni che abbraccino un futuro sempre più digitale.

I giovani di oggi non seguono più il calcio come una volta, anche i miei figli difficilmente restano concentrati sulla partita per tutti i 90' Ma il calcio è al centro delle emozioni in tuto il mondo unisce le persone e con i nuovi metodi di comunicare si possono superare le barriere", ha concluso Gazidis prima dell'intervista di Del Pino.