Percassi: "Gasperini è una garanzia"



by   |  LETTURE 227

Percassi: "Gasperini è una garanzia"

L'ad nerazzurro Luca Percassi ha parlato prima della partita col Crotone. "L'Atalanta deve rimanere molto umile e avere anche molta fame. Guai se pensassimo di essere più bravi degli altri. La grandissima pecca è non poter vivere la Champions League davanti ai nostri tifosi.

Martedì scorso, con l'Ajax, abbiamo vissuto emozioni infinite. Col Liverpool, martedì 3 novembre, il peccato sarà ancora non avere il supporto del nostro pubblico"

Le parole di Percassi

"Le ultime due partite perse a Napoli e con la Sampdoria hanno dimostrato che il campionato italiano è molto complicato.

Il livello è sempre più competitivo: se ci si arriva impreparati, si perde. La partita con il Crotone è comunque molto complicata: sono convinto che sarà difficilissima, ma il segreto della squadra è di cercare di affrontare al meglio i singoli impegni"

"La Champions è uno stimolo per continuare a crescere, un'aggiunta, senza dover togliere concentrazione e attenzione alla Serie A. Quest'anno non c'è stato il ritiro, i nuovi arrivati hanno bisogno di un periodo di ambientamento: è tutto molto accelerato da un calendario fitto, ma Gasperini in questo senso è una garanzia"

Gasperini è soddisfatto della rimonta dell'Atalanta. "I ragazzi hanno fatto una gara straordinaria. Anche il primo tempo abbiamo fatto bene, ma abbiamo sfruttato meno le opportunità e siamo stati meno lucidi nell'ultimo passaggio.

Non era facile giocare a certe velocità contro questo Ajax. Siamo stati bravi a rimontare e pareggiare. In questo momento la testa della squadra è alla Champions" "Sappiamo che se riuscissimo a vincere una delle de prossime gare, avremo buone possibilità di passare il turno.

Altrimenti diventa dura. Non ci eravamo mai confrontati con l'Ajax. Il confronto è fondamentale per capire quanto si può essere vicini all'avversario. Loro giocano in maniera veloce e tecnica e possono mettere in difficoltà tutte le squadre.

Era un test importante per noi. Abbiamo corso dei rischi, ma anche loro e nel finale abbiamo anche rischiato di vincere. Dobbiamo migliorare un po' nella rifinitura delle occasioni perché in queste gare fanno la differenza"

"Siamo due squadre simili, non come disposizione tattica, ma per l'attitudine ad aggredire l'avversario, cercando di accorciare e ripartire rapidamente. E' stato un match in cui noi dovevamo reggere il loro attacco.

Ci sono diversi punti di contatto tra le squadre. Questo non è l'Ajax dell'anno scorso, è molto meglio. Magari si scopre, ma davanti gioca con una tecnica in velocità difficile da contrastare. Appena si aprono gli spazi, si infilano.

Ma se vengono attaccati qualche problema ce l'hanno anche loro" "I cambi? Avevamo bisogno di alzare la qualità davanti. La gara andava risolta con degli spunti in attacco. Quando sembrava che qualcuno era affaticato, poi partiva con una voglia e una forza incredibile.

Non era il caso di fare tanti cambi. Andava bene così" "Io non sono preoccupato. Con la Samp abbiamo fatto comunque un'ottima gara. In questo momento abbiamo tante gare da giocare ed è una fase fondamentale dei gironi della Champions.

Non lasciamo niente a nessuno e giochiamo sempre al meglio delle nostre possibilità e in rosa abbiamo alcuni giocatori nuovi da inserire. In questo momento siamo più concentrati sulla Champions, inutile negarlo", ha concluso Gasperini prima di Percassi.