Gattuso: "Juve? Rosico per non aver giocato"



by   |  LETTURE 285

Gattuso: "Juve? Rosico per non aver giocato"

Rino Gattuso è tornato a parlare di Juventus-Napoli. "Ho rosicato più di tutti a non aver giocato la sfida contro i bianconeri. Sono la squadra da battere, ma al momento sono un cantiere aperto e potevamo andare a giocarcela perché la squadra è in forma, e lo ha dimostrato.

Sono arrabbiato perché non ci hanno fatto partire"

Le parole di Gattuso

"Sono arrabbiato perché non ci hanno fatto partire, alle sette meno cinque eravamo sul pullman. Chi ci ha detto che non volevamo partire non ha detto la verità, al massimo perdevamo 3-0.

Quando parlo io parlo con la società, il presidente, il direttore Giuntoli, Chiavelli. Quando ho parlato con la società sono rimasto che la partita si doveva giocare, tranquillamente" "Con me l’aspettavo, so che tipo di squadra è l’Atalanta.

Osimhen ti da una grandissima mano. Ho visto grande mentalità e determinazione. L’Atalanta può vincere il campionato, un’altra squadra ne avrebbe preso 6 o 7 mentre non ha preso imbarcate. E’ presto per dire se una svolta: combattiamo con il Covid, abbiamo due giocatori importanti fuori.

Bakayoko non giocava da 7 mesi, la squadra è forte ed ha identità, deve filare tutto nel verso giusto. Osimhen? Sono contento e soddisfatto. A Parma ce l'ha fatta vincere lui, ci dà tante soluzioni e sono contento per il gol che ha fatto"

Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha parlato dopo la brutta sconfitta del San Paolo. "Il Napoli ha fatto una prestazione di alto livello, la nostra invece è stata di basso livello. Il divario è stato notevole, a questo aggiungiamo dei gol presi in maniera evitabile.

Questo è il frutto di un risultato che ci sta tutto. Prendiamo questa gara come campanello d'allarme in vista delle prossime gare a partire dalla sfida in Champions League. Ilicic? Il ragazzo sta bene, si è mosso bene.

Giocando troverà una maggiore condizione e una squadra che lo supporterà meglio" "Abbiamo avuto problemi sotto ogni punto di vista, abbiamo sofferto il Napoli e subito dei gol anche evitabili. Questo ha compromesso la possibilità di riaprire la gara.

Oggi è stata una giornata così, vediamo come riprenderci. Non ho mai detto che lotteremo per lo scudetto ma che dobbiamo giocare e vedremo strada facendo. L'anno scorso eravamo la quinta difesa e avevamo il primo attacco, infatti siamo arrivati terzi.

Ci sono gare come quella di oggi in cui si incontrano attaccanti forti e se riesci a tenere va bene, altrimenti rischi di deprimerti. Solo qualche mese fa abbiamo vinto a Bergamo col Napoli, concedendo pochissimo. Oggi abbiamo avuto problemi globali", ha concluso Gasperini dopo il ko con il Napoli di Gattuso.