Castagne: "Scarso rapporto con Gasperini"



by   |  LETTURE 253

Castagne: "Scarso rapporto con Gasperini"

Timothy Castagne è tornato a parlare a 'La Gazzetta dello Sport' del suo addio all'Atallanta. "I soldi non c'entrano, ha pesato la situazione tecnica. La decisione è maturata dopo la partita con il Psg.

Sono stato provato nell'undici titolare tutta la settimana, ma alla vigilia sono stato escluso. Onestamente è stata una sorpresa. Inoltre avevo bisogno di giocare con regolarità nello stesso ruolo. Una volta ero a destra, un'altra a sinistra, un'altra in panchina...Non era proprio il massimo"

Le parole di Castagne

"Gasperini? Tecnicamente e tatticamente è uno dei top in assoluto, ma a livello umano non c'era un grande rapporto. Non c'erano problemi particolari, ma lui ha il suo modo di fare.

Per esempio se stai fuori sarebbe importante avere una spiegazione, ma questo aspetto con lui mancava..." . "Non vedo l'ora di venire a Bergamo per vedere una partita tutti insieme con lo stadio sold-out. Città pubblico e club restano nel mio cuore.

Se fossi rimasto in Italia non avrei potuto indossare altre maglie. È stato un periodo splendido. Ringrazierò per sempre i Percassi, quando arrivai non ero nessuno" Gian Piero Gasperini ha presentato la stagione 2020-21.

"Non possiamo porci obiettivi come la lotta per lo scudetto, questi obiettivi sono nella fantasia giornalistica. Dobbiamo solo presentarci con la stessa voglia di sorprendere" "Una stagione fantastica si è appena chiusa e ora se ne apre subito un'altra.

La Dea è chiamata a un nuova impresa. Nello scorso campionato c'erano delle squadre molto valide, ma che hanno fatto meno rispetto agli obiettivo, come Roma, Milan, Napoli. Credo ci sia un gruppo di squadre molto vicine per valori.

Tutto dipende da come parti, da come ti trovi. Sarà un campionato con i valori che si avvicineranno" Capitolo Miranchuk. "È stato individuato come un giocatore che va a sostituire la defezione di Ilicic.

Già dall'anno scorso chiedevo un sostituto di Ilicic, ma poi non è arrivato. So di non poter chiedere a Miranchuk di risolvere immediatamente i nostri problemi in quella zona. Ma crediamo nelle sue qualità", ha concluso Gasperini, che non potrà più contare su Castagne.