Mancini: "Bosnia, c'è un po' di rammarico"



by   |  LETTURE 236

Mancini: "Bosnia, c'è un po' di rammarico"

Roberto Mancini ha pareggiato a Firenze contro la Bosnia per 1-1 all'esordio in Nations League. Stasera c'è la partita con l'Olanda. "C'è un po' di rammarico perché ci abbiamo provato fino alla fine e abbiamo avuto le nostre occasioni.

C'era un po' di stanchezza, ma i ragazzi hanno fatto bene. È mancata la brillantezza, ma è normale"

Le parole di Mancini

"È stata una partita come quella di Torino dello scorso anno. È importante che la squadra abbia giocato bene, 10 mesi dopo i concetti sono chiari, il pareggio non cambia nulla nei giudizi.

L'Olanda? L'impianto di gioco sarà sicuramente lo stesso, cambieremo ovviamente qualche giocatore. Chiellini? Avevamo paura che si potesse far male e per questo abbiamo aspettato un attimo" Oltre a Mancini ha parlato anche Bonucci.

"Siamo stati sfortunati sul gol preso, abbiamo peccato un po' di frenesia nel voler trovare il gol a tutti i costi. Serviva un po' più di pazienza e cercare l'uno contro uno sugli esterni. Era difficile dopo dieci mesi ma la voglia di portare a casa la vittoria è un buon segno.

È normale non essere brillanti adesso, ora andiamo a giocarci la partita con l'Olanda. Questa squadra ha voglia di continuare con la voglia di vincere, peccato non esserci riusciti stasera" Inevitabil la domanda su Edin Dzeko, l'attaccante della Roma accostato alla sua Juventus in alternativa a Suarez.

"È un grandissimo calciatore, ha fisico, tecnica e lettura di gioco. Siamo stati abbastanza bravi a concedergli pochi spazi ma all'unica occasione ha segnato, questi sono grandi attaccanti che mettono in difficoltà chiunque"

Infine, dopo Mancini e Bonucci, microfoni anche per l'autore del gol, l'interista Sensi. "Sono contento per il gol, però c'è un po' di rammarico per il pareggio. Potevamo fare meglio, potevamo essere più cattivi ma non era facile ritrovarsi dopo dieci mesi.

Siamo comunque contenti per la prestazione. Dzeko è un grande giocatore, alcune volte siamo riusciti a portagli via la palla. Dobbiamo migliorare nelle marcature preventive per non subire in contropiede"