Diaconale: "Lazio, obiettivo scudetto"



by   |  LETTURE 260

Diaconale: "Lazio, obiettivo scudetto"

Arturo Diaconale, direttore della comunicazione della Lazio, ha parlato in un'intervista sull'Opinione. "Il nostro obiettivo per il prossimo anno deve essere quello di prendere lo scudetto che lo scorso anno ci è scappato soltanto per circostanze molto sfortunate.

Non ho alcuna paura di parlare di scudetto perché le condizioni ci sono tutte e perché è un obiettivo legittimo che possiamo e dobbiamo perseguire. L’anno scorso volevamo entrare in Champions e ce l’abbiamo fatta, quest’anno si punta allo scudetto"

Le parole di Diaconale

"La Lazio è passata da squadra provinciale della Capitale ad essere una presenza nel calcio europeo. Una realtà talmente importante che può proiettarsi sempre di più a livello internazionale e che è entrata a far parte del novero delle grandi organizzazioni internazionali” ha aggiunto poi Diaconale, che poi ha ribadito: "Dobbiamo puntare a vincere il campionato italiano per essere almeno la prima squadra nazionale“.

Ciro Immobile è già pronto per una nuova stagione, con una Champions in più. "Mi affaccio con tanto entusiasmo, non tutti l'hanno vissuta, la conosco e so che tensione c'è nel preparare le gare.

Le tre competizioni saranno impegnative, ma abbiamo entusiasmo e non vogliamo fare da comparsa ma divertirci" "Ora riparte un nuovo ciclo con la Champions e la conferma in campionato. Siamo soddisfatti di questi quattro anni, della crescita avuta che ci dà maggiore slancio per la prossima stagione.

Sta procedendo bene, serve soprattutto per allenarsi ma anche per affinare i rapporti con i nuovi compagni e con chi già c'era. Non abbiamo cambiato molto, ma dobbiamo dare una mano ai nuovi e noi dobbiamo integrarli e far capire loro come si ragiona di squadra.

È stata una crescita costante in questi anni fatta dai giocatori, dal mister e dalla società" "Reina ti dà l'impressione di un professionista a tutto tondo, ha esperienza e vittorie alle spalle, ci darà quello che ci manca nelle gare internazionali perché solo lui in questa squadra può farlo.

Lo conoscevo già, è una persona eccezionale, è entrato da poco ma sembra che sia qui da una vita. Di Escalante siamo contenti che sia qui, è serio, si impegna e abbiamo bisogno di questo", ha concluso Immobile, ottimista quasi quanto Diaconale.