Gasperini: "Straordinario arrivare secondi"



by   |  LETTURE 202

Gasperini: "Straordinario arrivare secondi"

Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini si gode la vittoria in rimonta sul Parma. "Abbiamo superato il record di vittorie in trasferta. Era difficile, spesso partiamo adagio ma oggi abbiamo esagerato e andavamo troppo piano.

Forse abbiamo giocato uno fra i primi tempi peggiori. Poi c'è stata una grande reazione, di qualità e anche i cambi hanno aiutato. Per noi il secondo posto sarebbe il miglior risultato di sempre, avrebbe un sapore completamente diverso"

Le parole di Gasperini

Si avvicina la sfida in Champions con il Psg: "Prima eravamo concentrati solo sul campionato, ora il Psg ha già fatto delle partite e lo stiamo conoscendo meglio. Abbiamo già fatto tutto il programma per arrivare pronti.

Penso che testa e gambe si ricaricheranno, non ci saranno problemi. Ilicic? Più i giorni passano e più diventa difficile. Siamo stati molti mesi senza Zapata, ora c'è questa assenza nel momento decisivo ma la squadra sta supportando bene la sua assenza, pur non avendo un altro con le sue caratteristiche" Sabato l'ultima partita di campionato sarà contro l'Inter di Conte, che intanto ha provato a chiudere il sogno Messi.

"E' più facile spostare il Duomo che portarlo all'Inter. Capisco che attaccare me porti pubblicità però mi dispiace perché sento dire a volte delle cose sul lavoro che offendono la professionalità di una persona che ci mette tantissimo con passione.

Mi ha dato fastidio" "A me sembra di essere molto onesto e corretto quando parlo, penso che a volte l'onestà e la correttezza diano fastidio. Capisco che attaccare me porti pubblicità, perché non sono l'ultimo della banda; però mi dispiace perché sento dire a volte delle cose sul lavoro che offendono la professionalità di una persona che ci mette tantissimo con passione.

Cerco sempre di essere un acceleratore nelle situazioni che mi chiamano. A volte ci riesco a volte meno, ma quando si raccontano cose ad arte per attaccare la mia persona dà fastidio e non mi è piaciuto. Io non posso raccontare la storia dell'Inter, sono i giornalisti che riportano i numeri e vedono le partite che dovrebbero farlo.

Io capisco di creare tantissime aspettative, tante cose possono essere condizionate da questo. Qualcuno può pensare che arrivo e come tocco vinciamo: è successo in passato, però..." . Gasperini vuole chiudere sul sorpasso contro la sua ex squadra.