Commisso: "Mi sento preso in giro"



by   |  LETTURE 295

Commisso: "Mi sento preso in giro"

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso è furioso dopo il rigore assegnato alla Roma, decisivo per la vittoria dei giallorossi. "Ci sono regole e regolamenti, se l’arbitro tocca il pallone, influenzando il proseguimento dell’azione, deve interrompere il match e la palla deve essere rimessa in gioco.

Vorrei che ci spiegassero questa ennesima situazione dove qualcuno ha deciso di non applicare il regolamento"

Le parole di Commisso

"Come ci era già successo con il mancato utilizzo del VAR anche questa volta ci troviamo a non capire il criterio che viene utilizzato e perché non possiamo contare su regole e tecnologia uguali per tutti.

Non è possibile che il calcio italiano continui a fare queste figure e bisogna al più presto prendere dei rimedi e trovare delle soluzioni urgentemente. E non voglio aggiungere altro, quando mi sento preso in giro e vedo che si prende in giro i miei ragazzi e i nostri tifosi, non posso stare in silenzio, ma questa sera tutti hanno visto cosa è successo e i commenti questa volta li lascio agli altri"

Paulo Fonseca intanto si gode il successo con la Fiorentina: "Era una partita difficile, non perdevano da sei partite e chiudevano bene gli spazi. Abbiamo fatto una buona gara, abbiamo creato molte situazioni per fare gol.

Vittoria importante. Zaniolo ha grandi qualità ma è un giovane. Dobbiamo lasciarlo crescere normalmente perché ha grande qualità, può essere un giocatore molto importante per la Roma" "Abbiamo sbagliato oggi come contro l’Inter.

La Fiorentina non ha avuto altre opportunità. Normalmente durante la stagione non abbiamo questi problemi, ma abbiamo sbagliato in questa zona in queste due partite. Vediamo adesso come correggere questo errore. Caos societario? No, la squadra gioca bene ed è in fiducia.

Non è né una scusa né un problema, dobbiamo pensare al campo e alla partita con il Torino. Quando facciamo giocare sempre gli stessi è normale che arrivino meglio fisicamente. La squadra ha trovato spazio contro una squadra che si chiude bene, non c’era molto spazio per attaccare ma con pazienza abbiamo creato molte situazioni"