Mihajlovic: "Ibra al Bologna? Non sento"



by   |  LETTURE 203

Mihajlovic: "Ibra al Bologna? Non sento"

Sinisa Mihajlovic si sfoga dopo il 5-1 subito contro il Milan. "C'è poco da dire? Quando perdi 5-1 devi stare zitto, chiedere scusa ai tifosi e alla società e soprattutto vergognarsi. Io almeno faccio questo, se i miei giocatori hanno un briciolo di dignità faranno lo stesso.

Non sono arrabbiato, sono deluso, tutto quello che potevo vedere l’ho visto. Ho pensato di mettere subito in campo quelli che avevano giocato poco e i ragazzini"

Le parole di Mihajlovic

Capitolo Ibra. "Abbiamo parlato di mercato? No, abbiamo parlato delle nostre famiglie.

Viene qui l'anno prossimo? Non ho sentito. Potete anche richiedermelo, ma io non sento..." . "Oggi si capiva che non era giornata. Eravamo troppo distratti. Noi dobbiamo fare le scelte per l'anno prossimo, dobbiamo vedere cosa vogliamo fare da grandi, se vogliamo salvarci a 10 giornate dalla fine o lottare per un posto in Europa.

Se vogliamo fare qualcosa di eccitante dobbiamo cambiare. Con la societa' quando ci incontreremo a fine campionato vedremo quello che dovremo fare" Stefano Pioli invece si gode il 5-1 sul Bologna. "La squadra diverte e soprattutto si sta divertendo.

Questo è quello che traspare e che mi rende felice. Abbiamo giocato una partita di alto livello, contro un avversario particolarmente pericoloso. Abbiamo consapevolezza e fiducia. Siamo soddisfatti, ma dobbiamo rimanere sul pezzo"

Sulla sostituzione di Ibrahimovic. "Non ho capito cosa mi abbia detto onestamente, ma io devo gestirlo. Giochiamo ogni tre giorni, lui ha avuto un infortunio. Sta migliorando e nelle ultime due partite è stato un punto di riferimento, ma devo dosare le forze di tutti"

"Franck Kessie è un centrocampista moderno e completo, che sa fare tutte e due le fasi. Sicuramente è in un grande momento psico-fisico e non c'è dubbio che sta diventando un punto di riferimento.

È sempre dentro la partita, incita e stimola i compagni, oltre ad avere un livello tecnico altissimo" "L'eliminazione contro la Juve in Coppa Italia ci ha insegnato tanto, è stata importantissima per il nostro prosieguo.

Per quanto riguarda la preparazione abbiamo usato buon senso e lavorato bene durante la pausa e questo sicuramente incide. Però è la testa che fa la differenza, stiamo giocando come squadra e raccogliendo i frutti di un lungo lavoro iniziato a ottobre. Poi le vittorie contro Roma, Lazio e Juve ci hanno aiutato molto", ha fatto da coltraltare Pioli a Mihajlovic.