Percassi: "Col Psg sarà memorabile"



by   |  LETTURE 202

Percassi: "Col Psg sarà memorabile"

Il presidente dell'Atalanta Antonio Percassi non vede l'ora di affrontare il Psg. "Per noi è un orgoglio e un sogno essere lì, tra le migliori otto d'Europa"

Le parole di Percassi

"Abbiamo un'avversaria fortissima ma siamo ai quarti di finale e non poteva essere diversamente.

Per noi sarà come andare a scuola e imparare ma ci giocheremo le nostre chance con voglia e determinazione. Ci servirà per crescere, ma sarà comunque una partita memorabile per la nostra storia e per la città di Bergamo"

Gasperini intanto dopo la vittoria sulla Samp non può esimersi dal parlare di titolo. "Lo scudetto è nelle mani della Juve, qualsiasi risultato otterremo contro di loro. Noi pensiamo a prenderci la Champions e poi a stare davanti all'Inter e alla Lazio.

Facciamo corsa su noi stessi, poi vedremo cosa verrà. Io sono molto molto contento della vittoria contro la Samp: oggi era difficilissimo, abbiamo dimostrato di saper vincere in tante maniere" Gian Piero Gasperini si era goduto anche il 2-0 al Napoli: "Abbiamo dimostrato di saper anche difendere, non solo l'attacco è forte.

Per maturità, qualità e attenzione abbiamo fatto una prestazione notevole. Prima di pensare al terzo posto e alla Champions, blindiamo la posizione e piuttosto cerchiamo di battere il nostro record di punti. Non c'è mai stato un problema difensivo, se guardiamo le statistiche dei gol subiti siamo in piena linea con chi compete per i nostri stessi obiettivi, ovvero Roma e Napoli.

Bravi Gomez e Pasalic a fare il giusto lavoro per non mettere in difficoltà la nostra retroguardia. E infatti non ricordo grosse occasioni del Napoli, solo quella di Fabian Ruiz nel finale sul 2-0 per noi. La squadra stava bene, e comunque per me non ci sono riserve, sbaglia chi la pensa così.

Io ho un gruppo di titolarissimi più 4-5 giovani da far crescere. Non è il momento di gestire il vantaggio, mancano ancora nove partite alla fine. Bisogna continuare a spingere. Casomai adesso sarebbe più bello battere il nostro record di punti, il terzo posto cambierebbe poco.

Champions? Un retropensiero lo abbiamo, inutile negarlo. Speriamo di arrivarci bene, senza infortuni perché sarà un'occasione unica" Percassi lo sa bene e sogna...