Mertens: "Rinnovo deciso durante il lockdown"



by   |  LETTURE 271

Mertens: "Rinnovo deciso durante il lockdown"

Dries Mertens ha parlato al Mattino. "Abbiamo superato un momento complicato, dove tutti abbiamo avuto delle colpe, ma ne siamo usciti più forti, più compatti. Consapevoli degli errori fatti. Quando ho deciso di restare? Durante la quarantena.

Più pensavo a dove poter andare e più mi convincevo che in nessun altro posto sarei stato meglio di qui. E allora ho accettato di firmare"

Le parole di Mertens

"Sono convinto che la vittoria in Coppa Italia è la base di partenza di un progetto che potrà darci grosse soddisfazioni.

Io credo davvero che le distanze dalla Juventus siano minime, molto meno di quello che dice l'attuale classifica. Una classifica che è il risultato degli errori di tante persone. Si dice che ci si innamora dei difetti e pure se ce ne sono io non toccherei nulla.

Lascerei tutto com'è. Io sono innamorato di tutto quello che c'è qui, dall'atmosfera che si respira al centro storico e ai Quartieri spagnoli dove pure mi sarebbe piaciuto andare a vivere, ai tramonti di Posillipo.

Io parlerei per ore di Napoli, non mi stanca mai farlo" Gattuso, nel post Napoli-Roma, ha così commentato. "Non dobbiamo pensare all'io ma al noi. Questa squadra deve migliorare nella mentalità. Il Napoli, negli ultimi anni, è sempre stato portato a sedersi, ha sempre peccato a livello mentale.

Non dobbiamo mai correre il rischio di pensare di essere arrivati" "Insigne deve insistere a tentare l'uno contro uno, così può fare la differenza. Lui non vuole mai uscire e mi guarda male quando lo cambio ma è un giocatore molto intelligente, Quando proviamo qualcosa in allenamento capisce sempre subito quello che voglio insegnare.

Lozano ha una velocità incredibile. Adesso lo vedo più disponibile e lo faccio giocare. Lui è uno bravissimo negli strappi in velocità ma è meno disposto a lavorare nella catene, è per quello che fa un po' di fatica nel nostro gioco.

Il Barcellona? Adesso non voglio pensarci, non so nemmeno se ci arrivo all'8 di agosto... Ci penseremo più tardi, dobbiamo crescere partita dopo partita e pensare a dare il massimo nelle ultime di campionato"