Politano: "Non dovevo zittire la Juve"



by   |  LETTURE 231

Politano: "Non dovevo zittire la Juve"

Matteo Politano durante la serie di rigori contro la Juve in finale di Coppa Italia si era girato verso la panchina bianconera zittendonela. A Radio Kiss Kiss si è però scusato. "Sono andato dai giocatori a chiedere scusa.

Sono gesti che non vanno fatti, non è stato bello ed ero preso dall'adrenalina"

Le parole di Politano

"Catenacciari? La gente dice così perché siamo organizzati difensivamente. In fase di non possesso stiamo corti, ma quando abbiamo noi la palla sappiamo cosa fare.

Con Gattuso lavoriamo molto su entrambe le fasi, come Inter e Juventus. Contro squadre forti bisogna difendere stretti" "L'Atalanta corre, ma noi pensiamo a noi stessi e a fare il meglio. La Champions sarebbe un grande traguardo, ma siamo concentrati su ciò che dobbiamo fare in campo a partire dalla Spal.

Sarà difficile, soprattutto per il caldo. Per fortuna ci sono i cinque cambi che sono un vantaggio per tutti" In attesa della sfida di ritorno contro il Barcellona per qualificarsi alla Final Eight di Champions League: "Giocando ogni tre giorni sprechi tante energie, bisognerà vedere come ci arriveremo.

Sicuramente ci pensiamo, siamo carichi, ma testa prima al campionato. Io sono qui da cinque mesi e sono felice di questo trasferimento" Rino Gattuso intanto si gode la vittoria del Napoli al Bentegodi: "E'riduttivo dire che oggi il Napoli è solo stato compatto.

Ho visto poche squadre giocare bene contro il Verona. In fase di possesso e in fase di non possesso abbiamo fatto una grandissima partita. Siamo in salute, mi piace come stiamo in campo. Lozano? Non porto rancore" "I ragazzi si sono allenati durante il lockdown e si sono presentati in ottime condizioni.

Ringrazio anche la società che ha messo tutto a disposizione per gli allenamenti in quarantena. Ghoulam? Dava poca continuità agli allenamenti perché aveva dei piccoli problemi fisici. Ultimamente invece si allena con continuità, fa dei buoni volumi di lavoro.

Due anni fa era tra i terzini più forti al mondo, ha grande qualità e per come si sta allenando merita l'occasione avuta oggi. Tutti i miei giocatori sono importanti, specie coi cinque cambi. Oggi era la partita di Lozano, la settimana prossima può essere quella di Younes.

Per noi è importante avere cinque cambi, ci può dare una gran mano. A me non piace portare rancore, ma credo fortemente che quando si fa parte di un gruppo bisogna andare tutti nella stessa direzione, allenarsi al 100%. Bisogna pedalare" E Politano l'ha capito subito.