De Laurentiis: "Chiamai prima Allegri"



by   |  LETTURE 226

De Laurentiis: "Chiamai prima Allegri"

Aurelio de Laurentiis ha parlato al Corriere dello Sport della conquista della Coppa Italia e non solo: "Un trionfo dal sapore diverso e speciale. Arriva dopo un periodo dolorosissimo per l'umanità. Sa di alba: come stesse risorgendo il sole.

Gattuso? Chiamai prima Allegri ma mi disse che voleva stare fermo per un po' Con Rino ci siamo presi subito"

Le parole di De Laurentiis

"Ho l'abitudine a fare valutazioni ampie, volevo sentire sia Allegri che Gattuso.

Con Max ho un rapporto diretto e di stima da anni, mi disse: avete realizzato un progetto straordinario, nessuna preclusione ma voglio stare fermo. Quindi chiamai Rino, che ha avuto effetto immediato sulla squadra" "Non è semplice ma neppure impossibile arrivare al quarto posto ma cambierebbe gli scenari futuri: contare sui diritti Champions ti toglie ansie economiche di dosso.

La sfida contro il Barcellona? Possiamo andarcela a giocare, siamo sereni, convinti delle nostre possibilità. E i quarti di finale a Lisbona sono elettrizzanti... Non c'è fretta di annunciare i rinnovi di Zielinski e Maksimovic, dopo quello di Mertens: siete già lì a pressare!

Fatemi godere il successo" Gennaro Gattuso ha intanto ovviamente dedicato alla sorella scomparsa la vittoria della Coppa Italia 2019/2020, il suo primo trofeo da allenatore: "Quando succede ciò che è successo a me, la vita ti toglie qualcosa.

Il calcio però mi ha dato tantissimo, forse anche di più di quello che gli ho dato io. Credo che ci sia un Dio del calcio, che quando lavori duramente ti restituisce quello che semini. Ho parlato ai ragazzi di appartenenza, perché chi fa questo mestiere deve farlo con rispetto.

Io voglio gente che ci mette passione, come ho fatto io per tanti anni" "Dobbiamo fare queste ultime 12 partite al massimo. Non possiamo mollare solo perché abbiamo centrato questo obiettivo. Sicuramente ora abbiamo un po' meno pesantezza a livello mentale, però abbiamo anche tanti punti di distacco. Dobbiamo solo provarci e giocarcela", ha ribadito infine il concetto di De Laurentiis.