Romulo: "Balotelli non è come lo dipingono"



by   |  LETTURE 290

Romulo: "Balotelli non è come lo dipingono"

Ai microfoni di Foot Mercato, Romulo ha fatto il punto sul Brescia. “Pian piano tutto sta tornando alla normalità: restare a casa non è stato facile, soprattutto per tanti amici che hanno sofferto in prima persona la crisi economica.

Spero che il calcio riprenda presto il suo posto nella società. Molti giocatori vogliono riprendere, il paese deve riprendere la sua vita normale, quindi il calcio è uno di questi parametri. Ci sono dei giocatori che hanno paura di essere infettati e di portare il virus dentro casa, ma sono certo che la maggioranza voglia riprendere come hanno fatto tutte le altre attività”.

Le parole di Romulo

“Personalmente la mia annata è stata positiva. Ho giocato quasi tutte le partite, ho anche segnato un gol e confezionato diversi assist. Spero di riuscire a finir bene la stagione, nonostante il Brescia abbia avuto difficoltà e qualche difficoltà nel centrare la permanenza”.

Capitolo Balotelli. “Tecnicamente è speciale, spettacolare. Ha giocato delle partite molto importanti in questa stagione ma l’annata è stata molto difficile per tutti. Ci ha aiutato come poteva. Ha un gran cuore, e una immagine ben diversa da quella che dipingono sui media.

Con noi è diverso: ride e scherza. E si è sempre comportato bene”. SuperMario martedì mattina, poco prima delle 9, lsi è presentato al centro di allenamento del Brescia a Torbole Casaglia ma secondo quanto riportato da Sportmediaset non è potuto entrare perché la società glielo ha impedito.

Dopo un colloquio con un dipendete della società SuperMario è tornato a casa e lasciando il centro tecnico si sarebbe lasciato sfuggire questa frase: "Adesso dite che non voglio allenarmi..." . Il presidente del Brescia Massimo Cellino in un'intervista al Corriere dello Sport invece ha parlato così dell'ex milanista.

"Una scommessa persa di brutto. Mario vive al di sopra delle regole, oppure con regole tutte sue, gli dici una cosa e lui ne fa un'altra. La squadra stessa in questo momento gli è distante. Non stiamo parlando di un ragazzino, Mario va per i trenta.

Non vorrei arrivare alla rescissione, spero di non essere costretto a farlo" Parole ben diverse da quelle usate da Romulo...