Lazio, Pulcini: "Non metto i sani in quarantena"



by   |  LETTURE 209

Lazio, Pulcini: "Non metto i sani in quarantena"

Ivo Pulcini, direttore sanitario della Lazio, non ci sta. "Voi mi dite che devo mettere cinquanta persone sane in quarantena, per me è un delitto, visto che sono persone sane, mi devono dire che significa. Sono volontà non mie, mi viene imposto, loro decidono e io mi prendo la responsabilità? Io non metto in quarantena persone sane"

Le parole del medico della Lazio

"La quarantena di 14 giorni per i calciatori? Il Comitato tecnico scientifico non tiene conto della curva discendente del contagio. Quello che era vero un mese fa, adesso è cambiato del tutto.

In medicina va considerato il momento. Tutto questo significa che gli atleti secondo il Cura Italia sono assimilati ai lavoratori, se prendono il contagio è visto come un infortunio. E se i calciatori sono considerati come lavoratori perché nelle fabbriche se esce un contagio non chiudono tutto, mentre se capita a un calciatore tutta la squadra va messa in quarantena?"

"Il Coronavirus è un'epidemia stagionale come altre in passato, basta che guardate la curva dei contagi come è scesa. Se uno è positivo non chiudono le fabbriche e non devono chiudere lo sport", ha concluso il medico della Lazio ai microfoni di Radio KIss Kiss.