Torino e mercato fermo, di chi è la colpa?

Se il mercato in entrata è fermo la “colpa” sembra essere di Zaza e Falque

by   |  LETTURE 190
Torino e mercato fermo, di chi è la colpa?

Fino a quando il Torino non riuscirà a piazzare i giocatori che sono ritenuti cedibili perché la rosa va sfoltita, come da richieste di mister Mazzarri, non si procederà a provare a prendere nuovi giocatori, che si spera servano a far proseguire alla squadra la strada che dovrebbe portarla in Europa, visto che adesso la classifica è migliorata nonostante i punti colpevolmente gettati alle ortiche, leggasi in particolare le sconfitte con Lecce, Sampdoria, Udinese e Spal.

Per cui Zaza, Falque, Bonifazi, Parigini, Millico e forse anche Djidji e Meïté sono da considerarsi in partenza, ma, soprattutto per i primi due, tutto “dipenderebbe” da loro, infatti, devono accettare di trasferirsi altrove, quindi, se non lo fanno bloccano il mercato in entrata e di conseguenza la “colpa” sarà loro se non arriveranno i rinforzi.

Questa “colpa” va però puntualizzata. Per Falque pesano gli infortuni che gli hanno fatto disputare solo 108’ in campionato e altri 75’ nella gara d’andata con il Debreceni nei preliminari d’Europa League e adesso che è tornato a disposizione avrebbe bisogno di giocare con continuità per ritrovare la piena forma, ma con l’arrivo di Verdi e il buon momento di Berenguer nel Torino lo spazio è ridotto. Fonte: torinogranata.it