Bava chiamato al duro per non far rimpiangere Petrachi

Duro lavoro per Bava, non dovrà far rimpiangere Petrachi

by   |  LETTURE 332
Bava chiamato al duro per non far rimpiangere Petrachi

Torino, scouting al lavoro: ecco le missioni del diesse Bava
Caccia in Europa - Non solo Sud America, infatti, ma anche il Vecchio Continente continua ad essere battuto dagli osservatori granata. Si sono equamente divisi il territorio: Spagna, Inghilterra, Portogallo i paesi e i relativi campionati dai quali potrebbero arrivare i talenti per il futuro.

Specialmente la penisola iberica è sotto la lente d’ingrandimento, tant’è che il primo nome è già uscito: è Luis Advincula, esterno del Rayo Vallecano classe 1990, proposto al Toro ma che per il momento non ha scaldato le fantasie del club di via Arcivescovado.

Si continua a setacciare il territorio, tra un centrocampista che possa finalmente permettere il salto di qualità in mediana e un difensore che possa raccogliere l’eredità di Armando Izzo e Nicolas Nkoulou, pezzi pregiati per i quali a giugno potrebbe scatenarsi un’asta.

Lo scouting è al lavoro, intanto per gennaio non sono attese grosse novità in entrata Lunga caccia quella in vista e con poco tempo a dispozione, al Toro servono rinforzi per rialzare una stagione che inizialmente profumava d'Europa e ora sa di un campionato da metà classifica, cosa che i garnata non sono abituati a vivere dal loro ritorno in Serie A nel 2012/2013.
Il Presidente Cairo ha ribadito la fiducia per il proprio allenatore Walter Mazzari, vediamo quindi se Bava riuscirà a rinforzare la rosa e rimpiazzare una volta per tutte l'ex direttore sportivo ora in forza alla Roma, Petrachi. Fonte: torinogranata.it