La cronaca di Cosenza-Livorno 1-1 (Parte 1)

La cronaca di Cosenza-Livorno 1-1 (Parte 1)

by   |  LETTURE 157
La cronaca di Cosenza-Livorno 1-1 (Parte 1)

Il calcio ha leggi non scritte che tutti conoscono. Se sbagli, paghi. E il Livorno non ha fatto eccezione. Al San Vito gli amaranto sfoderano una prestazione di grande autorevolezza ma l'imprecisione sotto porta, alla fine, anzi, proprio all'ultimo secondo è stata fatale.

Ad eseguire la sentenza Nicolas Pierini, figlio d'arte, che allo scadere dell'ultimo minuto di recupero pesca un bellissimo tiro a giro che toglie le ragnatele dal “sette” della porta di Zima e vanifica l'altrettanto pregevole gol di Marsura che stava regalando tre punti pesantissimi alla squadra di Breda.

Nel Livorno Breda conferma il 3421 che ha battuto il Pordenone e cambia solo due uomini: in attacco c'è Raicevic al posto di Mazzeo mentre a destra Del Prato rileva Morganella. Braglia risponde con un accorto 352 dove l'ex Greco dovrebbe innescare il tandem francese formato da Machach e Riviere.

Dovrebbe, perché in realtà il primo tempo è un lungo e ininterrotto monologo labronico. Il Livorno domina e produce palle gol in serie: al povero Perina arrivano da tutte le parti. Prima ci provano Agazzi e Luci da fuori poi due volte Raicevic.

Infine è il turno di Marsura ma il suo tiro termina a lato e anche di Porcino che però trova pronto e reattivo l'estremo dei calabresi. Si va al riposo sullo 0-0 e sembra quasi uno scherzo di pessimo gusto. Fonte: amaranta.it