Divennero meteore: Perez al Torino

Una meteora recente, ma pur sempre tale. Perez del Torino

by   |  LETTURE 109
Divennero meteore: Perez al Torino

Una tra le meteore granata della stagione 2014-2015 con Ventura a capo della squadra è con certezza il centrocampista spagnolo Rubén Pérez. Arrivò a Torino all'età di 25 anni ma rimase in granata davvero poco, solamente la prima parte di campionato, non riuscendo mai a sbocciare in granata.

Forse è il poco tempo che gli ha impedito di farlo o forse no. Vediamo alcune informazioni e qualche numero su di lui. Nasce nel 1989 e comincia la sua carriera professionale nel 2004, giocando nella seconda squadra dell'Atlético Madrid e accumulando 48 presenze e segnando la sua prima rete.

Nel 2010 sale nella prima divisione spagnola con la prima squadra ma la sua esperienza si limita ad una sola presenza in campo e nemmeno da titolare. Dopo Madrid, viene mandato ogni anno in prestito in vari club spagnoli per poi arrivare al Torino sempre in prestito.

Con il Toro non gioca solo il campionato, ma anche i preliminari di Europa League. Ma la sua presenza in campo è davvero limitata: 6 giocate in Serie A e solo due in Europa League. Finito il prestito con i granata, torna in Spagna perché viene acquistato dal Granada, dove rimane fino al 2016.

Dopo di che passa al Leganés, altra società spagnola della prima divisione, dove gioca tutt'ora. Al Leganés sta facendo meglio che in qualunque altra squadra lui abbia giocato nella sua carriera, con 104 presenze tra campionato e Coppa del Re.

E' stato uno dei tanti giocatori che volevano emergere ed affermarsi con un'esperienza in Italia, ma come per altri anche per lui non c'è stato verso. Fonte: torinogranata.it