Espirito Santo teme il Toro

Espirito Santo teme il Toro di Mazzarri nel big match odierno

by   |  LETTURE 94
Espirito Santo teme il Toro

Il 3-2 dell’andata non conta, contro il Torino giovedì sera, nel ritorno dei playoff di Europa League, si parte 0-0: è il messaggio di Nuno Espirito Santo, allenatore del Wolverhampton. Il manager dei “lupi” si presenta in sala stampa e saluta tutti, cronisti e operatori tv.

Si siede al suo posto e ribadisce più volte il concetto: “Nel calcio non si fanno calcoli. Ogni gara ha una sua storia. Le nostre certezze sono che il Torino è un avversario forte e noi abbiamo una grande voglia di giocare.

Lo stadio pieno ci darà una carica in più, anche perché ci teniamo a divertire il nostro pubblico. I tifosi ci hanno seguito persino in Armenia e vogliamo ringraziarli con una bella prestazione. Il Torino ha cominciato bene il campionato di serie A superando il Sassuolo.

Per questa ragione non dobbiamo pensare assolutamente al risultato dell’andata”. Il Wolverhampton dovrebbe riproporre la formazione dell’andata: l’unica variazione potrebbe essere la presenza dall’inizio di Neves.

Cutrone dovrebbe partire dalla panchina, anche se Espirito Santo non ha voluto parlare di formazione. In Inghilterra i media danno per scontato l’accesso dei “lupi” alla fase a gironi dell’Europa League, ma l’allenatore non accetta questi discorsi: “Prima bisogna eliminare il Torino, poi parleremo di Europa League.

Sapevamo che questa sarebbe stata una stagione lunga e con molti viaggi, ma sappiamo anche che la migliore strategia è quella di compiere un passo alla volta. Play the game e poi parliamo”. Giochiamo e poi parliamo.

Il gruppo cinese Fosun, proprietario del Wolverhampton dall’estate 2016, sta per concludere un altro affare importante in Inghilterra: la multinazionale cinese rileverà la compagnia aerea Thomas Cook, salvandola dal fallimento. L’investimento iniziale sarà di 450 milioni di sterline, mezzo miliardo di euro circa. Fonte: gazzetta.it