Una Serie A meno italiana, ma una nazionale con possibili tinte granata

Una nazionale con possibili tinte granata potrebbe essere una valida alternativa nel breve periodo

by   |  LETTURE 104
Una Serie A meno italiana, ma una nazionale con possibili tinte granata

Tra una settimana riprende il cammino azzurro verso Euro2020, con quattro successi in altrettante gara l'Italia si avvia verso una qualificazione agevole, ma quello che preoccupa il commissario tecnico Roberto Mancini, e non solo, è il continuo basso utilizzo dei talenti nostrani nelle squadre di Serie A.

Le big preferiscono puntare su calciatori stranieri, ma in generale è allarmante il dato della prima giornata di campionato, che ha visto scendere in campo duecentosettantanove calciatori, di cui meno del quaranta per cento sono italiani, la peggior statistica della storia del nostro calcio.

In controtendenza l'Inter, che grazie ad Antonio Conte ne ha schierati ben sette, mentre il Torino mette attualmente in mostra quattro papabili per i colori azzurri, i sicuri convocati Salvatore Sirigu ed Andrea Belotti, i potenziali Armando Izzo e Simone Zaza (entrambi hanno già avuto tale privilegio in passato), senza dimenticare chi, crescendo, potrebbe trovare spazio più avanti, come Kevin Bonifazi, e pure Daniele Baselli, una presenza per lui più di un anno fa.

Una nazionale a tinte granta è quindi in prospettiva con Mancini che sicuramente esulta davanti alla possibilità di avere una coppia come quella tra Belotti e Zaza che, grazie al rodaggio con il Torino, possono sicuramente fare grandi cose anche con la maglia azzurra.

Il pensiero al Grande Torino è d'obbligo. Gli europei 2020 si avvicinano, il suo cammino è ancora vivo e la nostra nazionale dovrà sfruttare l'occasione per rialzarsi e tentare di cancellare dalle nostre memorie la mancata presenza nel mondiale di Russia 2018. Fonte: torinogranata.it