Livorno: Situazione bollente per Mazzoni

Non una situazione tranquilla per il portiere del Livorno, scopriamo perché

by   |  LETTURE 417
Livorno: Situazione bollente per Mazzoni

Livorno - Il Tribunale nazionale Antidoping ha fissato per il prossimo giovedì, 20 giugno, alle ore 14.30, l'udienza relativa al processo che riguarda il portiere del Livorno, Luca Mazzoni. L'ufficio di Procura antidoping potrebbe chiedere due anni di squalifica.

Mazzoni fu trovato positivo ad un metabolita della cocaina (benzoilecgonina, ndr) in occasione del controllo al termine di Lecce-Livorno del 17 febbraio scorso. L'esame delle controanalisi furone eseguite il 20 marzo e stabilirono un quantitativo minimo.

L'avvocato difensore del livornese, il bolognese Antonio De Rensis, adotterà la linea della contaminazione. Insomma l'avvocato cercherà di dimostrare la propria assoluta mancanza di responsabilità di Mazzoni.

Le parole riferite da amaranta.it svelano ancora una volta gli importanti retroscena che stanno avvolgendo lo status del nosto portiere livornese che nelle ultime stagioni è stato protagonista della promozione degli amaranto in Serie B e della salvezza avvenuta proprio durante questa stagione che conferma ancora una volta il Livorno nella serie cadetta e proprio nella prossima stagione avrà nuovamente il tanto famoso e caldo derby contro il Pisa neopromosso.

Noi di calcioworld.it seguiremo la vicenda pronti per svelarvi tutti gli aneddoti in merito con la speranza che il tutto si risolva nel migliore dei modi per il giocatore, la società e i suoi tifosi.
Una vicenda calda che merita il giusto chiarimento.