Inzaghi e Lulic presentano la sfida contro l'Atalanta

Il tecnico dei biancocelesti e il capitano parlano della sfida contro la Dea di Gasperini.

by   |  LETTURE 163
Inzaghi e Lulic presentano la sfida contro l'Atalanta

Simone Inzaghi e Senad Lulic in conferenza stampa, alla vigilia di Atalanta-Lazio di Coppa Italia, hanno risposto a varie domande sulla sfida e non solo. A rispondere subito è stato il tecnico dei biancocelesti, che ha parlato dell'avversario e di Gasperini: "Ci siamo incontrate due volte, entrambe perse.

Abbiamo una partita di due setimane fa che ci ha insegnato tante cose, squadra che sta facendo cose straordinare e con un grande allenatore. La cosa più importante sarà la leggerezza con cui prepareranno la gara.

Sono fiducioso perché li ho visti lavorare nel migliore dei modi. In qualsiasi momento della partita dovremo essere lucidi, in una partita secca potrebbero non bastare 90 minuti. I ragazzi sono pronti a tutto. Ottimo allenatore, ha dato una fisionomia alla sua squadra.

Qualcosa ho cercato di apprendere da lui e dagli allenatori che ho avuto. Con gli accorgimenti che mi sembrava giusto adottare. Onore alle due squadre che hanno fatto una grande cavalcata, che vinca il migliore." Sul dubbio Immobile e dei vari ballottaggi in formazione, Inzaghi ha risposto così: "Penso che abbia le stesse chance di Correa e Caicedo.

Ho la fortuna di avere tre attaccanti che stanno facendo molto bene, non sarà un rincalzo quello che andrà in panchina. Ne ho parlato con loro, ma anche uno dei controcampisti e degli esterni starà fuori.

La differenza la farà l'unità di intenti, da un momento all'altro avrò bisogno di chi starà in panchina." Infine, la parola va al capitano dei biancocelesti, che parla del match: "Abbiamo analizzato la partita e visto gli errori, domani sarà un'altra gara, cercheremo di non ripetere gli sbagli.

Serve la testa e la fisicità, se corrono loro, allora correremo anche noi. Vedremo chi correrà di più e chi vincerà la partita. Siamo pronti, come ha detto il mister abbiamo fatto una buona partita a Cagliari, non ottima.

Per battere l'Atalanta serve qualcosa in più, l'ho già detto. Abbiamo lavorato bene in questi giorni, siamo pronti a scendere in campoo spero che domani lo diventi qualcun altro, non è importante chi fa gol.

Dobbiamo vincere, per farlo qualcuno dovrà segnare. Spero che lo faccia qualcun altro. L'importante è portare a casa la Coppa."