La Procura FIGC chiede la retrocessione in C per il Palermo

La richiesta è stata avanzata a seguito degli illeciti sportivi dei siciliani

by   |  LETTURE 179
La Procura FIGC chiede la retrocessione in C per il Palermo

La richiesta del procuratore federale, Giuseppe Pecoraro, nei confronti del Palermo al processo al Tribunale federale nazionale per presunto illecito amministrativo è chiara, ultimo posto in classifica con conseguente retrocessione in Serie C.

I legali dei rosanero hanno insistito sull'inammissibilità del procedimento. La sentenza dovrebbe essere resa nota nei prossimi giorni, inoltre, è stato ammesso all'udienza il Benevento in qualità di parte interessata.

Nei confronti di Maurizio Zamparini è stata anche chiesta l'inibizione per cinque anni con richiesta di preclusione per i presunti illeciti amministrativi riguardanti le stagioni 2014-17. Chiesta inoltre la stessa sanzione per Anastasio Morosi, all'epoca dei fatti presidente del Collegio sindacale, e due anni di inibizione per Giovanni Giammarva, all'epoca presidente del Consiglio di Amministrazione del club rosanero.

Una situazione non ideale che nessuno merita, soprattutto una grande piazza come Palermo che è ancora in lotta per la promozione diretta in Serie A. I rosanero si giocheranno tutto nell'ultima giornata di campionato nella speranza di un passo falso del Lecce, ma forse non basterà perchè il destino e il futuro dei siciliani non verrà, probabilmente, deciso in campo ma dagli ufficiali giudiziari che stanno seguendo il caso.