Luigi Cagni va contro Lele Adani

L'allenatore si schiera a favore del collega Allegri, condannando Adani per eccessivo protagonismo.

by   |  LETTURE 321
Luigi Cagni va contro Lele Adani

Luigi Cagni, ex difensore degli anni 80', attualmente allenatore senza squadra, è intervenuto nella vicenda che vede contrapposti Allegri e Adani. Il tecnico originario di Brescia ha comentato cosi la situazione tra il mister dei bianconeri e l'opinionista di Sky ai microfoni di RMC Sport: "Lo dico con estrema sincerità, quando inizia a parlare Lele Adani preferisco togliere il volume della TV e mettere il muto.

Dopo una partita mettersi ad ascoltare i suoi pistolotti farebbe arrabbiare anche me." Cagni ha poi aggiunto: "Lele vuole fare il protagonista, quando il vero protagonista non è lui bensì il calcio.

La tattica è semplice, sono i media a renderla difficilissima. Il bel gioco? In Italia se non vinci diventa un bel problema. Quest'anno a inizio stagione hanno messo in discussione anche Gasperini. Adani non è preparato, fa vedere sulla lavagna cose che sono irrealizzabili.

Basta..." Ad oggi, si sono formati due schieramenti: chi è dalla parte di Allegri, che condanna tutte le chiacchiere da bar di Adani, che rendono tanto "facile" il calcio quando in realtà bisogna saperlo anche applicare (quindi, definendo Adani teorico, ndr), e chi invece è dalla parte di Adani, condannando soprattutto il comportamento arrogante e maleducato che ha avuto Allegri nei confronti dell'opinionista Sky.

Il tecnico della Juventus ha poi ricevuto il Tapiro d'Oro dalla trasmissione "Striscia la Notizia" e ha parlato di nuovo del battibecco avuto con Adani: "Io sono molto arrogante, lui di calcio ci capisce, e anche molto (ride, ndr). Mi sembra anche un bravo ragazzo. Reputo Adani un valido professionista."