Tributo a Davide Astori

Piccolo tributo per un calciatore che ha lasciato il segno nei nostri cuori.

by   |  LETTURE 709
Tributo a Davide Astori

Il 4 Marzo 2018, alle ore 11.39, la Fiorentina dirama un comunicato stampa dove annuncia la scomparsa prematura di Davide Astori. Il difensore è stato ritrovato senza vita nella propria camera d'albergo ad Udine, visto che i viola dovevano giocare proprio quella Domenica 4 Marzo contro l'Udinese.

Invece, quella partita, Davide Astori non la giocherà. Il ragazzo è stato colpito da un problema cardiaco, più precisamente da una fribrillazione ventricolare da cardiomiopatia aritmogena, causa della morte di vari calciatori come Morosini e Puerta.

Ad un anno di distanza, molti calciatori hanno voluto ricordare Davide con poche ma bellissime parole. Una dedica su tutte è quella di Gianluigi Buffon, che descrive Davide come "un soffio di aria pulita e rigenerante, un ragazzo dignitoso, allegro, intelligente e opportuno" German Pezzella, attuale capitano della Fiorentina (che ha ereditato quella fascia proprio da Astori) su Instagram ha pubblicato una foto che ritrae entrambi, scrivendo che "la sua mancanza si sente ogni giorno e che ha creato legami indistruttibili per tutta la vita" Altre belle parole arrivano dagli account social delle squadre per cui Davide ha giocato, cioè Fiorentina Cagliari e Roma.

Su Twitter i giallorossi hanno scritto "Davide nei nostri cuori per sempre.." I rossoblu sardi invece su Instagram hanno scritto "il tuo sorriso è sempre qui con noi" Infine, i viola, anche loro su Instagram, hanno ricordato così Davide "Ci hai indicato la strada...

sei sempre con noi" Questa invece è la bellissima lettera che hanno scritto i genitori di Davide Astori, citando anche la compagna Francesca e la figlia Vittoria: "Un anno senza Davide non si può raccontare.

Non esistono le parole, ma forse neanche servono, perché in fondo quello appena passato è stato un anno CON Davide, in un modo diversoe che non avremmo mai voluto scoprire, ma comunque insieme a nostro FIGLIO.

Ecco, INSIEME è la parola che vorremmo pronunciare più forte, ma non possiamo. La nostra voce oggi non è più quella che Davide ha sentito sin da bambino e forse adesso farebbe fatica a riconoscerla, perché il dolore l’ha cambiata per sempre.

Per questo non riusciamo a leggere questa lettera e affidiamo a voi i nostri sentimenti, così come tanti amici hanno fatto in questi giorni in cui il ricordo si è fatto inevitabilmente più intenso. Per noi Davide NON E’ UN RICORDO che si attenua o si riaccende a seconda delle circostanze, semplicemente perché Davide non è un ricordo: Davide è una PRESENZA.

Davide è vicino a noi ogni istante. Lo vediamo nella nostra splendida nipotina Vittoria, un piccolo miracolo che ci fa trovare il coraggio di lottare contro la tristezza ogni giorno. Lo rintracciamo nelle parole di molte persone, anche sconosciute talvolta, che hanno il bisogno di testimoniarci quanto Davide sia per loro un riferimento, un esempio, a volte uno stimolo per affrontare i momenti più duri.

E poi lo ritroviamo nei racconti di chi lo ha conosciuto, degli amici che hanno condiviso con lui gli attimi più’ felici della sua vita, racconti che ci fanno sentire ancora il suono contagioso della sua risata o quello più profondo della sua saggezza, a volte troppa per un ragazzo così giovane.

Tanti in questi mesi ci hanno detto che il nostro Davide era speciale, dotato di una GENTILEZZA rara, spesso disarmante. Ed è vero. Davide non doveva sforzarsi per esserlo, è sempre stato così, sin da bambino: naturalmente, istintivamente, gentile.

Ma guai a scambiarla per debolezza o remissione: era la sua FORZA. Davide era fortissimo, era la roccia a cui aggrapparci. Per questo noi oggi cerchiamo di essere forti come lui, ma soprattutto come lui ci vorrebbe. E’ la nostra SFIDA quotidiana, durissima, ma ci proviamo.

Grazie a Davide, che ci ha lasciato l’eredita più preziosa che si possa desiderare: un amore infinito. Quello della gente per lui, quello di Davide per la gente, ma soprattutto quello di Davide per la vita. Continuate a ricordarlo e non stancatevi di raccontarlo.

Rivederlo sorridere in una foto, osservarlo correre nelle immagini, sentirlo nei vostri aneddoti non ci fa soffrire: per noi è come RIABBRACCIARLO ogni volta." Il tuo sorriso contagiava chiunque. Leader onesto, unico, silenzioso e carismatico, per questo tutti ti amavano e ti rispettavano, ma soprattutto ti ammiravano.

Sei stato, sei e sarai il lato bello e pulito del calcio. ETERNO CAPITANO. 💜 Ciao Davide.