Il piano Inter: cedere Guarin per arrivare alla prima scelta di Mazzarri



by   |  LETTURE 13183

Il piano Inter: cedere Guarin per arrivare alla prima scelta di Mazzarri

“Ho appena rinnovato con l’Inter, perché mai dovrei andarmene?”. Così ha risposto Fredy Guarin alle voci di calciomercato che lo coinvolgono nonostante sia fresco di nuovo contratto. Eppure le voci non si placano, anche perché è stato lo stesso colombiano a tenere una porta aperta: “Però è la società e il mister che decidono”.

E la decisione sembra ormai presa. Il finale di stagione che ha visto spesso in panchina il colombiano, avrebbero convinto la società a mettere il giocatore sul mercato nonostante gli avessero da poco confermato la fiducia allungandogli e ritoccandogli il contratto.

Il Mondiale, però, ha abbassato il prezzo del cartellino. L’Inter tuttavia non ha altre strade che cedere un big per finanziare la propria campagna acquisti. E Guarin è l’unico al momento sacrificabile sull’altare dell’attaccante.

Già, perché Mazzarri chiede esterni per il suo – o sarebbe meglio dire presidenziale - 4-3-3. E l’ala che il tecnico avrebbe chiesto è Alessio Cerci. Per il Torino il nazionale non è incedibile, ma solo a fronte di un’offerta da 20 milioni di euro.

Sempre negoziabile, naturalmente, ma soprattutto se si basa su moneta sonante, dunque senza contropartite tecniche. Anche perché Atletico Madrid e Monaco di soldi ne hanno e il loro interesse per Cerci non è scemato.

Il piano di Ausilio è chiaro: vendere Guarin e dirottare il ricavato su Cerci, ma bisogna fare in fretta…