Marotta: "Eriksen è nella lista dei trasferibili"



by   |  LETTURE 312

Marotta: "Eriksen è nella lista dei trasferibili"

L’Amministratore Delegato per l’area sportiva dell’Inter Giuseppe Marotta ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel pre partita di Verona-Inter. La partita con il Cagliari resterà l’ultima di Eriksen con la maglia dell’Inter? L’Inter prima di pensare al Papu Gomez o a De Paul dovrà prima pensare a cedere giocatori come Nainggolan, Vecino ed Eriksen? E’ corretta come strategia? "Abbastanza, nel senso che ci incontreremo con l’allenatore, ma non in uno di quegli incontri da paura come magari vengono dipinti.

Sono incontri che avvengono in tutti i club, perché ci troviamo quasi al termine del girone di andata e quasi all’inizio della campagna trasferimenti, di conseguenza lo faremo in modo cordiale, come lo abbiamo sempre fatto, e lì vedremo un po’, delineeremo una strategia e poi in base a quella cercheremo di sfruttare questo periodo, quindi non me la sento di fare nomi, leggiamo tanti nomi che non hanno nulla a che fare con noi, non è corretto farli perché sarebbe riduttivo per la professionalità di questi giocatori.

E’ giusto che voi facciate il vostro lavoro, per cui è normale che da qui al 31 gennaio sicuramente di nomi ne leggeremo e ne sentiremo tanti. Voi siete ben informati e sapete quali sono i giocatori che sono nella lista dei cosiddetti “trasferibili” e che, per un motivo o per l’altro, vogliono e desiderano loro stessi giocare di più.

Cercheremo di accontentare quei giocatori che vogliono trovare più spazio. Da qui partiremo per poi chiaramente sostituirli" Eriksen è quindi nella lista dei “trasferibili”? "Direi proprio di sì, l’ha detto anche settimana scorsa Piero Ausilio in un suo intervento e lo ribadisco io, ma non è una punizione, è semplicemente un giocatore che ha avuto qualche difficoltà d’inserimento, diciamo che non è funzionale, ma questo è un dato di fatto oggettivo che non penalizza quella che è la sua professionalità, ma è giusto anche dargli la possibilità di trovare più spazio altrove", ha concluso Marotta.