Sanchez: "Dobbiamo essere infuocati"



by   |  LETTURE 210

Sanchez: "Dobbiamo essere infuocati"

Prima del match all’Olimpico contro la Lazio valido per la terza giornata di Serie A, Alexis Sanchez ha parlato del momento della squadra e del suo rendimento personale ai microfoni di Sky Sport: “Mi sento in forma, sono un calciatore che più gioca più si sente meglio, in tutti sensi, nel fare gol e assist.

Sono molto contento perché ho voglia di giocare e sono felice anche per i miei compagni perché stiamo facendo bene. Mi piace quello che faccio, amo il mio lavoro che è il calcio, in tutta la mia vita ho giocato e sono contento di sentirmi bene ora.

Quando sono arrivato all’Inter ho trovato un allenatore che non ti fa mai mollare, che c’è sempre e giocatori che hanno voglia di imparare e vincere qualcosa. Si è creata una famiglia con tutti quelli che lavorano qui e questo è il bello del Club”.

Le parole di Sanchez

Sulla rimonta contro i viola nella gara valida per la seconda giornata di campionato: “Con la Fiorentina è stata una partita molto difficile, perdevamo 3-2 poi abbiamo rimontato, c’è stata quella grinta e quella voglia che ci deve essere all’Inter.

Abbiamo giocato solo due partite però, è presto per parlare, dobbiamo migliorare in tutti i sensi, nella testa, nel finire la giocata, nel difendere, stiamo facendo bene ma possiamo fare di più”.

Poi gli obiettivi stagionali: “È troppo presto per parlare di scudetto, ora dobbiamo giocare e migliorare, essere più determinanti. Non dobbiamo rilassarci ma essere sempre infuocati nel voler vincere ogni partita, facile o difficile”.

Quindi Vidal, Lautaro e Lukaku: “Vidal lo conoscono tutti, io lo conosco da 15 anni, abbiamo giocato tanto insieme, è un giocatore che capisce molto il calcio e trovare un calciatore come lui è difficile oggi, sa quando passare la palla, ha una visione a 360 gradi del gioco.

Lautaro e Lukaku sono due potenze. Hanno diverse qualità, come tutti gli attaccanti. Loro hanno la voglia di fare gol sempre e per un giocatore che gioca in attacco deve essere così”.