Lautaro Martinez, l'agente: "Resta all'Inter"



by   |  LETTURE 447

Lautaro Martinez, l'agente: "Resta all'Inter"

Lautaro Martinez resta all'Inter. Lo ha assicurato l'agente del "Toro" Beto Yaqué, che si è recato nella sede nerazzurra per parlare del futuro del giocatore oggetto del desiderio di Barcellona e Real Madrid.

Le parole dell'agente di Lautaro Martinez

"Né Real né Barcellona, sono solo venuto a salutare Ausilio. Lautaro resta all'Inter" E' uscita l'autobiografia dell'ex portiere dell'Inter e della Nazionale Ivano Bordon.

Si intitola "In presa alta. Le parate di una vita di un portiere gentiluomo d’altri tempi" In questo libro Ivano Bordon, ex estremo difensore dell’Inter e della Nazionale, racconta la sua lunga carriera in mezzo ai pali e la sua vita fuori dal campo a Jacopo Dalla Palma, giornalista freelance, curatore della collana sportiva Olympia di Caosfera Edizioni e portiere (solo di belle speranze) per cercare di emulare proprio il giocatore veneziano, suo idolo incontrastato dell’infanzia.

Aneddoti, curiosità, retroscena e vittorie di un campione mai fuori posto e che, grazie ai valori autentici trasmessi da suoi genitori, ha saputo affermarsi nel dorato mondo del calcio imparando anche dalle sue sconfitte e delusioni.

Ivano Bordon è stato uno dei portieri più apprezzati e amati degli anni Ottanta. Nato a Marghera nel 1951, è stato scelto da alcuni osservatori dell’Inter dopo averlo visto all’opera con le varie Rappresentative Venete.

Trasferitosi a Milano ancora adolescente, è cresciuto nelle giovanili della squadra nerazzurra con la quale ha vinto 2 scudetti, 2 Coppe Italia e 1 Torneo di Viareggio. Dopo una vita a difendere la porta nerazzurra, nel 1983 è passato alla Sampdoria dove ha conquistato la prima storica Coppa Italia per la formazione genovese.

Ha chiuso la sua carriera vincente da calciatore con le maglie di Sanremese e Brescia nei primi anni Novanta. Appesi i guanti al chiodo, è diventato uno stimato Preparatore dei Portieri ed è sempre stato al fianco di Marcello Lippi nel ciclo vincente della Juventus e soprattutto nel magico Mondiale 2006, quando dispensava preziosi consigli a Gigi Buffon.

Si è distinto sui terreni di gioco e fuori dal campo per uno stile sobrio ed elegante che gli ha permesso di essere annoverato fra i più importanti portieri della scuola italiana. In Nazionale è stato il fedele secondo di Dino Zoff ed in Spagna nel 1982 è stato campione del mondo. Un trionfo che sogna un giorno di ottenere anche Lautaro Martinez.