Conte: "Inter, a tutto c'è un limite "



by   |  LETTURE 385

Conte: "Inter, a tutto c'è un limite "

Antonio Conte si è sfogato dopo la finale persa d'Europa League. "Ci sono visioni diverse: non mi sono piaciute alcune situazioni e a tutto c'è un limite. Ringrazio comunque chi mi ha dato la possibilità di allenare l'Inter, ne è valsa la pena"

Le parole di Conte

"Ci incontreremo fra due o tre giorni a Milano e prenderemo la decisione migliore per l'Inter, con o senza di me. Cercheremo eventualmente di pianificare il futuro. Non c'è nessun rancore e astio con la dirigenza, ma semplicemente visioni diverse.

Questa stagione è stata durissima e ci sono state situazioni che non mi sono piaciute. Qualche giorno di vacanza e poi ci vedremo. A tutto c'è un limite, devo capire se la mia priorità è il calcio o la mia famiglia.

Ci sono anche risvolti che se devono andare a intaccare la vita privata non vanno più bene" "I giocatori hanno dato tutto. Hanno lavorato tanto e sono cresciuti in maniera importante, sono arrivati in finale d'Europa League e molti erano alla loro prima esperienza in Europa.

Tanti ragazzi giovani hanno fatto esperienza. Partita equilibrata decisa da un episodio nel secondo tempo. Noi abbiamo sbagliato due gol e loro hanno segnato. Noi avevamo più benzina nelle gambe, ma meno esperienza. Questo è stato determinante"

A fine partita ha parlato anche Samir Handanovic. "C'è grandissima amarezza e grandissima delusione. Questo è un punto di partenza, bisogna andare avanti e speriamo di giocare ancora tante di queste partite"

Cosa ci è mancato? Penso che la partita poteva girare. Abbiamo avuto una palla gol con Lukaku e la partita poteva essere diversa. Era una partita aperta in cui chiunque poteva vincerla, dovevamo gestirla meglio. Abbiamo avuto un episodio che ci è girato contro con la sfortunata deviazione di Lukaku.

Poteva essere anche una partita diversa. Cosa ci portiamo dietro per la prossima stagione? Partiamo da una buona base - ha proseguito Handanovic - Dalle sconfitte si impara di più, il Siviglia si è dimostrato un avversario tosto e noi dobbiamo andare avanti", ha concluso il portiere dell'Inter di Conte.