Lautaro: "Voglio primo trofeo con l'Inter"



by   |  LETTURE 283

Lautaro: "Voglio primo trofeo con l'Inter"

Lautaro Martinez ha parlato a Uefa.com prima dell'atto conclusivo dell'Europa League contro il Siviglia: "Un avversario tosto, una squadra che gioca bene e che è qui non per caso. Conte? Gli sarò sempre grato si fida di me e questo mi ha aiutato a crescere.

Ha aiutato tutto il gruppo a cambiare la mentalità e questo è molto importante per l'Inter"

Le parole di Lautaro

"È stato un anno molto difficile per tutti, forse resta l'amaro in bocca per aver chiuso solo un punto dietro la Juventus in campionato, ma sono molto felice perché siamo vicini a raggiungere uno dei nostri obiettivi, cioè alzare un trofeo.

È questo che conta no? Speriamo che la nostra ultima partita della stagione sia una grande partita e una grande giornata e che ci consenta di portare il trofeo in Italia" "Credo che la personalità della squadra e l’etica del lavoro giornaliero abbiano dimostrato che l’Inter sta crescendo come collettivo e sta ponendo le basi per ottenere grandi cose.

Ringrazierò sempre Conte perché mi ha subito chiamato quando è arrivato all’Inter, mentre io ero in vacanza dopo la Copa America. È un allenatore che grande fiducia in me e che mi ha aiutato a crescere.

Mi ha aiutato a cambiare mentalità, non solo la mia ma quella di tutto il gruppo. E questo è molto importante per noi dell’Inter. Speriamo di poter continuare su questa strada“. "Il Siviglia? Dobbiamo studiarlo bene, dobbiamo allenarci e prepararci come abbiamo fatto in tutte le altre partite per poterci opporre alle cose che fanno bene e contrattaccare approfittando delle occasioni.

Il Siviglia ha giocato molte finali e c’è un motivo. Staremo molto attenti, ma siamo molto più concentrati su quello che significa aver raggiunto una finale dopo tanto tempo, su quello che significa poter alzare un trofeo in questo momento.

Ora siamo veramente vicini. Abbiamo questa possibilità e giocheremo come dobbiamo giocare”. Lautaro Martinez si era goduto la qualificazione alla finale di Europa League. "Una notte incredibile che abbiamo sognato, dedico queste reti a mia moglie, sono contento a livello personale perché sta arrivando il mio primo figlio.

Siamo pronti per grandi cose. C'è stato un momento in cui non ero ai miei livelli, ora sono contento di essere tornato al gol e per la squadra che sta mostrando tanta personalità e ora sono felice. Siviglia? Sono molto forti, sarà una partita speciale, che avviamo sognato tanto: speriamo vada tutto bene e che la coppa sia dell'Inter"