Conte: "Secondo è primo dei perdenti"



by   |  LETTURE 427

Conte: "Secondo è primo dei perdenti"

Antonio Conte analizza il pareggio con la Fiorentina. "Loro sono venuti qui a difendersi e hanno fatto una buona partita. Noi sicuramente meritavamo di più. In generale quando lasci dei punti per strada significa che ci sono delle mancanze e noi stiamo cercando di lavorare su queste.

Migliorare certe situazioni e sviluppare un istinto killer. Se i giocatori sono delusi dal risultato di questa annata sono contento, significa che sto lasciando il messaggio giusto. Io penso che secondo o terzo cambia poco. Il secondo è il primo dei perdenti"

Le parole di Conte

"Ogni partita deve essere un test. In ogni partita dobbiamo dimostrare che il nostro lavoro sta dando dei frutti. A volte capita di raccogliere di più, mentre penso che noi abbiamo raccolto meno di quello che abbiamo seminato.

Io penso che i ragazzi vogliano dare il massimo fino alla fine. Abbiamo il Genoa che si gioca la salvezza, il Napoli che vuole il quinto posto e poi l'Atalanta che è importante, forse più per la crescita che per il piazzamento.

Dobbiamo dare il massimo anche per rispetto nei confronti di queste squadre. Mercato? Sono discorsi che rinvieremo a fine stagione. Abbiamo un campionato da finire e un'Europa League da affrontare. Pensiamo a questo e poi pensiamo alla prossima annata"

Chiosa su Lautaro Martinez: "Non penso che si sia fatto distrarre dalle voci. È un ragazzo di 22 anni, alla sua seconda stagione all'Inter, la sua prima da protagonista. Ha un percorso da fare davanti a lui, non è un giocatore già fatto.

Può alternare momenti positivi ad altri meno in questa fase. Quello che a me interessa è che si impegni al massimo e noi siamo contenti di questo, anche perché altrimenti non lo accetterei. Le ipotesi sul fatto che stia pensando a un'altra squadra sinceramente mi infastidiscono"

Anche Beppe Marotta è tornato a parlare del futuro di Lautaro Martinez. "Le parole si perdono nel vento e nel vuoto. Lautaro non ha mai manifestato l'intenzione di andare via, è un professionista serio che non si lascia condizionare.

Ha avuto un momento di flessione ma nelle ultime settimane ha risalito la china e offerto prestazioni in sintonia con le sue capacità" Capitolo Sanchez: "Dobbiamo ricordare che è stato assente per ben quattro mesi e questo lo ha condizionato.

Oggi sta facendo vedere le sue qualità. Non lo scopriamo oggi, è un calciatore importante da anni. Per il futuro il discorso è prematuro, i suoi diritti sono dello United. Valuteremo con Conte tenendo presente che va acquistato"