Conte: "Penalizzati da calendario folle"



by   |  LETTURE 277

Conte: "Penalizzati da calendario folle"

Antonio Conte prova a vedere il bicchiere mezzo pieno. "Ci siamo qualificati in anticipo con 14 punti di distacco dalla quinta. Se il nostro è un campionato sottotono, cosa si dirà delle altre squadre? Mi pare che ci sia anche un po’ di premeditazione.

È come col calendario, non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere, alla fine avete sempre ragione voi. Se andate a vedere in maniera onesta e leale vedete che ci sono delle anomalie importanti. Noi nel periodo cruciale affrontiamo sempre squadre più riposate.

Io qualche domanda me la faccio, il problema è che all’Inter me le faccio solo io”.

Le parole di Conte

"Questi ragazzi devono accumulare esperienza e ritrovare l'abitudine a giocare un certo tipo di partite.

La squadra deve migliorare nelle qualità della rosa e in tanti altri fattori, ma io a questi ragazzi non posso dire nulla. Il calendario? E' stato fatto per metterci in difficoltà, abbiamo sempre un giorno in meno di riposo rispetto a tante altre squadre, giocando sempre alla sera tardi.

Queste cose alla fine le paghi, inutile girarci intorno. E' la quinta volta consecutiva che giochiamo contro squadre che hanno sempre un giorno in più di riposo. Quando c'è da fare compromessi, chi paga è l'Inter.

Alla fine, chi prende uno schiaffo è sempre l'Inter. Strano... Non potete non vedere quello che è accaduto"" "Non voglio attaccare gli arbitri perché stanno vivendo un momento particolare anche loro, però quello su Lautaro è fallo e ci ha cambiato la partita visto che poi abbiamo preso gol.

A Brozovic ho chiesto di pressare sul loro centrale difensivo per evitare che giocassero palle filtranti in fase di possesso. Quando avevamo la palla doveva creare superiorità numerica quando ci pressavano" Beppe Marotta intanto è tornato a parlare del futuro di Lautaro Martinez.

"Le parole si perdono nel vento e nel vuoto. Lautaro non ha mai manifestato l'intenzione di andare via, è un professionista serio che non si lascia condizionare. Ha avuto un momento di flessione ma nelle ultime settimane ha risalito la china e offerto prestazioni in sintonia con le sue capacità"

Capitolo Sanchez. "Dobbiamo ricordare che è stato assente per ben quattro mesi e questo lo ha condizionato. Oggi sta facendo vedere le sue qualità. Non lo scopriamo oggi, è un calciatore importante da anni.

Per il futuro il discorso è prematuro, i suoi diritti sono dello United. Valuteremo con Conte tenendo presente che va acquistato"