Conte: "I giocatori devono essere arrabbiati"



by   |  LETTURE 324

Conte: "I giocatori devono essere arrabbiati"

Un'ora e mezza dopo il termine del match perso contro il Bologna, Antonio Conte si è presentato davanti ai giornalisti: "Sono molto arrabbiato, in primis con me stesso: sono il responsabile. Anche i giocatori devono esserlo"

Le parole di Conte

"Le situazioni si valutano solo affrontandole. Per me questo è il mio primo anno di lavoro con l'Inter e ho preso un pacchetto preconfezionato, con tante situazioni da migliorare. Al tempo stesso, dico anche che è giusto metterci tutti in discussione, io per primo.

Sono stato chiamato qui per un progetto vincente e per riportare l'Inter a vincere. Chiaramente la vittoria non arriva dall'oggi al domani, ma tante situazioni lasciano molta amarezza: pensi di essere a un livello e invece sei a uno molto più basso.

Da qui alla fine dovremo dimostrare tutti di meritare l'Inter. Altrimenti è giusto prendere anche altre decisioni" Parole ben diverse da quelle pronunciate dopo il 6-0 al Brescia. "Siamo stati bravi a vincere ma mi è piaciuto soprattutto l'atteggiamento della squadra che non si è mai fermata, ha sempre guardato in avanti tenendo il piede sull'acceleratore.

Abbiamo segnato tanti gol e non ne abbiamo presi. Questa cosa deve darci soddisfazione. Guardando l'Inter ci sono sempre state tante indicazioni positive, poi dipende se si vuole guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.

Per l'Inter si vuole guardare il bicchiere mezzo vuoto e creare problemi, ma per me non c'è nessun problema. Attaccate me invece dei giocatori o del club" "Dal punto di vista dell'impegno a Lautaro gli si può rimproverare zero.

Sicuramente in un match come questo meritava di fare un gol per le occasioni create e avere una soddisfazione personale. Ma io sono tranquillo, so che abbiamo da fare questo mini-torneo e so di avere ragazzi a posto, professionali, che vogliono bene all'Inter.

Poi ci sono qualità e difetti, come li hanno tutti. Ma sulla serietà dei ragazzi sono tranquillo perché sono splendidi. Lavorano, poi in partita possono commettere errori ma per il cuore e la generosità che mettono non posso dire nulla.

Spiace perché a volte commettiamo disattenzioni gravi che ci hanno fatto perdere punti" "Adesso dobbiamo finire la stagione nel migliore dei modi, poi tirare le somme. Stiamo lavorando, abbiamo sfruttato anche questo periodo di sosta forzata per proporre qualcosa di differente rispetto all'inizio.

Sinceramente la squadra, da quando abbiamo ripreso, mi è piaciuta perché ho visto determinate idee e situazioni che stiamo riprovando. Poi a volte il risultato non ti accompagna, vieni penalizzato e sembra che tutto quello che si sta facendo sia negativo", aveva detto Conte.