Conte: "Un pareggio che fa male"



by   |  LETTURE 221

Conte: "Un pareggio che fa male"

Il tecnico dell'Inter Antonio Conte commenta con amarezza ai microfoni di Dazn il 3-3 contro il Sassuolo. "E' un pareggio che ci fa male e che ci deve rammaricare. Abbiamo comunque avuto diverse occasioni per chiudere la partita in maniera definitiva.

Non l'abbiamo fatto, eravamo riusciti a recuperare e fare gol a 4 minuti dalla fine, poi abbiamo concesso il pareggio. Inevitabile che dispiace. Nel calcio bisogna fare gol quando ne hai occasione. E nella fase difensiva bisogna fare attenzione a non concedere - ha aggiunto - Se andiamo a esaminare i gol ci sarebbe tanto da rivedere, ci sono stati tanti piccoli e grossi errori individuali"

Le parole di Conte

"Bisogna fare più attenzione. Sicuramente i dettagli fanno la differenza, lo ripeto all'infinito. Lo ripeto quotidianamente. Possono spostare un risultato e noi purtroppo ne abbiamo pagato le conseguenze.

Dispiace, l'unica cosa che si possa fare è continuare a lavorare per far crescere questo gruppo. Continuiamo a lavorare per arrivare alla fine della stagione. La forza i ragazzi l'hanno avuta. Il Sassuolo è difficile da affrontare, sono stati bravi a capitalizzare le azioni non fatte contro l'Atalanta.

Non mi ricordo parate particolari di Handanovic e abbiamo preso tre gol. Persi punti in maniera sciocca" "Dove possiamo arrivare e cosa può succedere? Mi piacerebbe saperlo. Quello che io voglio e immagino è vincere le restanti 11 partite.

La mentalità da trasferire è quella di vincere e ottenere il massimo. Soprattutto non avere rimpianti e questa sera ce ne sono" Antonio Conte alla vigilia e dopo la sudata vittoria contro la Sampdoria, una settimana dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, aveva così parlato: "Scudetto? Siamo in corsa, vogliamo giocarci tutte le nostre carte.

I nostri margini di errore però saranno minimi. Chi è davanti può permettersi qualche passo falso, noi no. Io dico sempre di ammazzare l'avversario. Basti pensare a quello che è successo contro il Napoli: crei tanto, domini, poi vai a casa e ti criticano. Oggi è successa la stessa cosa. Bisogna essere più cinici e determinati"