Conte: "Meritavamo di più del Napoli"



by   |  LETTURE 234

Conte: "Meritavamo di più del Napoli"

Antonio Conte è deluso dopo l'1-1 dell'Inter al San Paolo, che esclude i nerazzurri dalla finale di Coppa Italia. "Nelle due gare meritavamo molto di più del Napoli. Abbiamo dominato, Ospina è stato il migliore in campo.

A livello di prestazione ho pochissimo da rimproverare ai ragazzi. Questa è la strada giusta. abbiamo creato tanto, potevamo essere più cattivi sotto porta ma Ospina ha fatto parate strepitose e ha salvato il risultato",

Le parole di Conte

"Il gol subito è una leggerezza da evitare ma questa è la strada che vogliamo e che abbiamo intrapreso, questo è il calcio che vogliamo.

Abbiamo fatto noi la partita in lungo e in largo. Lukaku-Lautaro? Vedo il bicchiere mezzo pieno. Abbiamo creato tanto, Mi dispiace per i ragazzi che meritavano di giocare la finale. Il Napoli ha giocato una partita chiusa, non è mai semplice per i centrocampisti trovare l'imbucata.

Nonostante il loro atteggiamento difensivo abbiamo creato tantissimo. Sono contento per Eriksen, che si sta integrando. Alla fine i numeri dicono che abbiamo tirato 17 volte in porta e il loro portiere ha fatto 10 parate. Questi sono fatti"

Arturo Vidal da 'El Periodico' intanto ha mandato un altro chiaro messaggio ad Antonio Conte, che non è un mistero lo vorrebbe all'Inter. "Abbiamo un ottimo rapporto, il mister sa che sono un vincente e che può fidarsi di me.

Mi piace quando le persone si fidano di me" Il messaggio è chiaro anche per il Barcellona. "Non mi sento una merce di scambio perché non sono un ragazzino, anzi ho una carriera molto importante. Non posso pensare al mercato ogni volta che esce qualche voce sul mio conto, altrimenti impazzirei.

Ho 33 anni, ma allenandomi bene sento di poter giocare altre 3 o 4 stagioni ai massimi livelli. Qui sono felice e ho degli ottimi compagni di squadra, ma io voglio sentirmi importante. Altrimenti dovrò cercare altro per proseguire la mia carriera"

Arturo Vidal nei giorni scorsi ha festeggiato il suo compleanno con una diretta Instagram in cui ha dato parlato anche del suo futuro. "Mi trovo bene al Barcellona, qui sono felice come mai prima”. A far discutere però era stata ancora una volta l'autobiografia di Giorgio Chiellini, che ne ha avute anche per l'ex compagno in bianconero, ora appunto passato ai blaugrana.

“Uno come Vidal ogni tanto usciva e beveva più del dovuto, lo sanno tutti. Si può dire che l’alcol era un po’ il suo punto debole. Mica ci mettiamo a discutere il campione o la persona per questo.

Le debolezze fanno parte della natura umana, contano le conseguenze che possono avere su un gruppo. Il grande Arturo un paio di volte all’anno non si presentava all’allenamento, oppure arrivava che era ancora piuttosto allegro, diciamo così, ma non ha mai battuto la fiacca, anzi penso che certi modi di essere a volte diventino una forza”.

La risposta di Vidal non si era fatta attendere. "Le persone si sono concentrate sulle cose peggiori che ha detto Chiellini. Non mi sembra giusto raccontare cose private, però ha anche detto che ero un campione. Ci siamo chiariti, mi ha chiamato e mi ha spiegato.

Non è stata una cosa che non potevo fare, avevo il permesso di uscire. Sono un essere umano come tutti e quando ho sbagliato, ho pagato e mi sono rialzato”. Conte può stare tranquillo.