Cordoba: "No al Real Madrid, solo l'Inter"



by   |  LETTURE 329

Cordoba: "No al Real Madrid, solo l'Inter"

Ivan Ramiro Cordoba ai microfoni di Sanlorenzoprimero.com ha raccontato del suo approdoto all'Inter nel lontano 2000. Lì iniziò una grande avventura durata dodici anni e mezzo, da giocatore, in cui ha vinto tutto, compresa ovviamente la Champions League del 2010.

Le parole di Cordoba

“Quando giocai l’ultima partita con il San Lorenzo, ero già in trattativa con l’Inter e tutti sapevano del mio futuro. I tifosi mi urlavano: “Ivan, non andare, facciamo una raccolta per trovare i soldi che darebbero i nerazzurri”.

Fu molto emozionante. A Buenos Aires io e mia moglie ci trovavamo molto bene, ma poi l’interesse dell’Inter rese la scelta molto più facile. Il difensore protagonista anche del celebre Triplete nerazzurro ha confessato che avrebbe anche potuto non arrivare a Milano.

E l'offerta era anche di quelle che solitamente non si possono rifiutare. “Quando ero al San Lorenzo, il Real Madrid mi cercò e fece un’offerta importante. Il rapporto tra i due club era ottimo e mi dissero che gli spagnoli avrebbero pagato di più rispetto all’Inter e a me avrebbero offerto un contratto migliore.

Io dissi al presidente che nessuno mi avrebbe fatto cambiare idea, volevo solo l’Inter”. “Quando ero all’Inter diedi la mia parola a Massimo Moratti che sarei rimasto lì per molti anni. Il Real Madrid mi cercò ancora: quando Cambiasso arrivò a Milano da Madird, mi disse che Florentino Pérez gli aveva affidato una missione e che mi avrebbe portato in Spagna.

Io dissi ancora no, volevo stare all’Inter. Non avevamo ancora vinto nulla, i titoli sono arrivati ​​dopo. Quella decisione è stata più che rimborsata, indipendentemente dai soldi che avrei ricevuto”.

"Mi piace la fase di leadership. La mia visione nel calcio è stata più di un manager che guarda a 360º con tutti gli aspetti sul tavolo. Non escludo domani di poter tornare a San Lorenzo e lavorare”, ha concluso Ivan Ramiro Cordoba, parlando di quello che potrebbe succedere in un domani.