Eto'o: "Interista per sempre"

"All'Inter grazie a Materazzi, Mou mi convinse con una foto"

by   |  LETTURE 211
Eto'o: "Interista per sempre"

La Gazzetta dello Sport ha ripercorso con Samuel Eto'o la sua avventura all'Inter, culminata col Triplete di dieci anni fa. "Alzo la coppa verso il cielo e non ci sono solo le mie mani a tenerla: è un flash, ci vedo anche le mani di milioni di tifosi dell’inter, che la tirano su assieme a me"

"Partecipare a una sfida sportiva del genere per me faceva la differenza, ma ce n'era anche tra l'offerta e la mia richiesta. Quando incontrai i dirigenti che partecipavano alla trattativa, compresi Moratti e Branca, dissi: 'Trasformiamo questa differenza in bonus di squadra, se vinciamo la Champions nei prossimi due anni'

Dieci mesi dopo eravamo campioni d’Europa" "Sapevo di avere la fortuna di essere dove volevo, il vero Eto'o si è visto la stagione successiva. Tatticamente ho svolto il mio dovere, quello che meritava un gruppo così, anche se da terzino ho giocato solo a Barcellona in piena emergenza.

Quando fu espulso Thiago Motta, Mourinho chiamò me e Zanetti, ci spiegò come posizionarci. Non avevo il tempo di pensare, mi dissi solo: 'Dai tutto e vedremo alla fine' E alla fine eravamo in finale. Se sei interista una volta, morirai interista. Non c’è un motivo, è così e basta", la chiosa del camerunense.