La fine (quasi definitiva) di MI9

Lukaku rimpiazza Icardi per ruolo e numero. Finisce l'era MI9

by   |  LETTURE 226
La fine (quasi definitiva) di MI9

Basta un semplice avvistamento a Bologna di Nara per dar vita alle voci più fantasiose, le cosiddette "Fake news" come fa sapere la manager argentina. Il suo pranzo all'Armani Cafè sotto le Due Torri non era volto a incontrare l'avvocato esperto di diritto sportivo Mattia Grassani, bensí era una normale riunione di routine con Ulisse Savini storico agente vicino agli Icardis (che vive appunto nella città felsinea) e sempre ascoltato dalla coppia.

D'altronde - fanno sapere dal clan Icardi - basterebbe poco a volte per evitare di false notizie sensazionalistiche. Altro che mobbing e cause varie. Nulla di ciò all'orizzonte... LO SCIPPO - Ciò che invece è andato di traverso agli Icardi è stato vedere assegnata la maglia numero 9 a Romelu Lukaku.

Quella che era ed è la sua maglia. Un altro scippo dopo quella della fascia, mal digerito dal bomber di Rosario. Un dispetto che ulteriormente certifica lo stato di rottura tra le parti, anche se è singolare che ciò avvenga con un compagno ancora in rosa e sotto contratto senza l'avallo di chi cede il numero di maglia.

Una mossa quella della dirigenza interista volta a chiudere ogni possibilità di riappacificazione e permanenza a Milano di Maurito, che ora dovrà entrare nell'ordine delle idee di andare via. Fino a oggi, infatti, l'argentino cullava la speranza di restare a Milano, ribaltando clamorosamente le gerarchie.

Torniamo però alla questione della 9, la cui perdita rappresenta un danno di immagine per il calciatore brandizzato MI9. Insomma, la moglie sta cercando di capire se ci sono i margini per ricusare il club per un danno di immagine quantificabile in diversi milioni di euro.

Accadrà tutto ciò? È ancora presto per dirlo, anche se appare difficile. JUVE - Intanto Paratici continua a corteggiare Icardi e spinge per portarlo a Torino, pronto un quinquennale da 8 milioni netti a stagione più bonus.

Un matrimonio destinato a celebrarsi magari in uno scambio tutto argentino con Paulo Dybala. Una operazione che probabilmente farebbe felici tutti, risolvendo alcuni grattacapi sia a Milano sia a Torino. Dove - guarda caso - la maglia numero 9 dei bianconeri è ancora senza padrone... Fonte: fcinternew.it