Il Liverpool vince in rimonta, flop Arsenal

I Gunners non vanno oltre il 2-2 in casa

by   |  LETTURE 178
Il Liverpool vince in rimonta, flop Arsenal

Totale crisi Arsenal. La squadra di Emery è riuscita a strappare un pareggio al 96' contro il modesto Southampton. Giocano bene gli ospiti, in vantaggio dopo 8 minuti grazie a Ings che sfrutta nel migliore dei modi una punizione di Long battendo Leno.

Al 18' c'è il pareggio di Lacazette, ma i Gunners continuano a giocare e a imporre il proprio gioco, ma nel secondo tempo subiscono il gol del 1-2. Calcio di rigore per gli ospiti, Ward-Prowse si fa ipnotizzare da Leno, ma sulla ribattuta riporta gli ospiti in vantaggio al 71'

Sembra un'altra giornata da dimenticare per l'Arsenal, che due volte rischia anche il tris da Djenepo. Al 96' però a evitare la figuraccia ci pensa il solito Lacazette. Vola il Leicester, vittorioso per 0-2 sul campo del Brighton.

Il Liverpool soffre, e contro il Crystal Palace va sotto, ma in rimonta e grazie alla zampata di Roberto Firmino si regala il successo numero 12 in 13 partite e una classifica che sorride sempre più ai Reds. Nel match delle 18:30, il Manchester City batte 2-1 il Chelsea.

All'Etihad Stadium c'è in palio il terzo posto in classifica e le grandi aspettative. Su un calcio d'angolo per i Blues prima Abraham viene murato, poi Tomori sfiora il palo. Va meglio a Kanté, che al 21' sfrutta il lancio di Kovacic, punta la porta e sulla corsa beffa Mendy e il portiere Ederson con un tocco morbidissimo.

Il City però reagisce subito e trova il pareggio già al 29': David Silva si inventa un assist al bacio per De Bruyne e il compagno lo premia lasciando sul posto Pulisic e liberando una conclusione dal limite che, dopo la deviazione decisiva di Zouma, spiazza Kepa.

E al 37' la rimonta viene completata da Mahrez, grazie a un assolo sulla fascia che gli permette di saltare Kovacic e Emerson e poi di andare in gol con una botta sul secondo palo. Il Chelsea in questa fase fatica tremendamente, e lo dimostra Kepa che in una banale situazione di rinvio regala di fatto il pallone ad Aguero.

Il Kun però lo grazia centrando la traversa. In apertura di ripresa l'ispiratissimo Mahrez sfiora la doppietta con un'altra azione personale, ma il match resta apertissimo: anche Kanté potrebbe segnare il secondo gol personale ma Fernandinho salva tutto, quindi è De Bruyne a sfiorare la rete con un tiro-cross che manca di pochissimo la porta.

Nel finale sono protagonisti i portieri (Kepa con una prodezza dice ancora di no a Mahrez, Ederson è sensazionale su Willian). In pieno recupero c'è quindi un'occasione colossale per parte: Mount sfiora il palo su punizione, dall'altra parte Sterling batte per la terza volta Kepa con un rasoterra fulminante che però non si traduce in gol per la chiamata del Var, che non convalida per fuorigioco.