Guardiola: "L'Europa risolva il conflitto tra Spagna e Catalogna"

Appello del tecnico del Manchester City che ha molti amici in terra spagnola

by   |  LETTURE 135
Guardiola: "L'Europa risolva il conflitto tra Spagna e Catalogna"

Durante la conferenza stampa di ieri, antecedente al match di oggi contro il Crystal Palace, l'allenatore del Manchester City Pep Guardiola ha voluto parlare di politica, nello specifico ha voluto parlare della situazione che si sta vivendo in queste settimane in Catalogna.

Una situazione allarmante e che ha addirittura causato il rinvio del Clasico tra Barcellona e Real Madrid in programma il 26 ottobre. “Non so esattamente che cosa succederà oggi nel mio Paese, la Catalogna – ha detto l’ex nazionale spagnolo -.

In maniera incredibile e pacifica tantissime persone stanno marciando da tutta la Catalogna verso Barcellona per dare il proprio appoggio ad attivisti e politici incarcerati da più di un anno (sono quasi due, ndr).

Se la gente non fosse convinta non sarebbero li a marciare milioni e milioni di persone da tutte le città della Catalogna per trasmettere il proprio appoggio”. Lo scorso lunedì il tecnico aveva mandato un video al Tribunale Supremo Madrileno criticandolo per le condanne che sono state decise: “Il comunicato che ho fatto lunedì era per chiedere che le parti si riuniscano e parlino.

La comunità internazionale deve aiutarci a risolvere il conflitto tra Spagna e Catalogna. Qualcuno, un mediatore esterno, deve aiutarci per far si che le parti si siedano allo stesso tavolo e trattino. Siamo arrivati a questa situazione, anche se può sembrare incredibile.

Ho amici personali che passeranno 9 anni in prigione per essere andati a votare. Per aver chiesto di votare. E ora ci sono milioni di persone che appoggiano queste stesse persone. L’Europa deve fare un passo avanti e aiutarci a risolvere il conflitto.

Il problema è che né la destra né la sinistra (in Spagna, ndr) vogliono impegnarsi. Abbiamo bisogno dell’Europa per risolvere questo conflitto. La gente dalle due parti, Spagna e Catalogna, non ha fiducia negli altri. Per questo lunedì ho fatto il comunicato: Sedetevi e dialogate”.